Coronavirus, Sileri: “Seconda ondata non sembrerebbe esserci”

Il viceministro della salute sul vaccino: "Realistico che sia disponibile per fine anno"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Torniamo finalmente a respirare, la situazione va meglio, basta controllare i dati di ogni settimana e si nota che le cose vanno bene. Anche la pressione clinica del coronavirus si e’ molto allentata”. Quindi “la paura di una seconda ondata”, dopo le riaperture, cosi’ come paventata settimane fa, al momento non sembrerebbe esserci“. Lo ha detto il vice ministro della Salute, Pierpaolo Sileri, a Centocitta’ su Rai Radio1.

“Anche se dovesse esserci una ripresa della diffusione virale- aggiunge-, noi siamo pronti, ma in questo momento non vedo una seconda ondata” con gli stessi effetti “della prima ondata. Potrebbe esserci qualche focolaio come stiamo osservando“.

Sul vaccino, Sileri aggiunge: “L’Italia come altri paesi Europei ha firmato per continuare ad aiutare questa ricerca. Credo che i tempi oggi siano prematuri per pensare a un vaccino disponibile dai primi di settembre, pero’ e’ verosimile avere un vaccino prima di quello che si pensava. Magari a fine anno o inizio prossimo anno“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

15 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»