A settembre apre la mostra su Alberto Sordi nella sua villa: già 18mila prenotazioni

L’evento è stato presentato oggi in Campidoglio in una cerimonia alla quale hanno partecipato Virginia Raggi, Carlo Verdone, Christian De Sica, Massimo Ghini ed Edoardo Pesce, Walter Veltroni e Francesco Rutelli
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – A tre mesi dal 16 settembre, data della sua inaugurazione, sono già 18.000 le prenotazioni arrivate per visitare la mostra dedicata ad Alberto Sordi, pensata in occasione dei 100 anni dalla sua nascita, nella storica villa a Caracalla dove l’attore ha vissuto per cinquant’anni. L’evento è stato presentato oggi in Campidoglio in una cerimonia alla quale hanno partecipato, oltre alla sindaca Virginia Raggi, gli attori e registi Carlo Verdone, Christian De Sica, Massimo Ghini ed Edoardo Pesce, e gli ex sindaci di Roma, Walter Veltroni e Francesco Rutelli. La mostra, secondo il presidente della Fondazione Sordi, Alessandro Nicosia, sarà “un unicum per conoscere un Sordi segreto attraverso i mille oggetti conservati, gli ambienti e i costumi che abbiamo recuperato. Un’esperienza totalizzante e un viaggio spettacolare alla scoperta dell’artista e dell’uomo.

LEGGI ANCHE: I cento anni di Alberto Sordi, il volto degli italiani

Centenario Alberto Sordi, i suoi più grandi successi dal 15 giugno su Cine34

Un francobollo celebra Alberto Sordi nel centenario della nascita

“Sordi è stato un personaggio gigantesco- ha commentato subito dopo Verdone- un rivoluzionario che ha capovolto le regole dell’Accademia di arte drammatica. Un grande attore che se n’è fregato dei tempi recitativi e ha imposto un suo modo di recitare”. “Sordi- ha aggiunto Verdone- ha creato personaggi unici e aveva una maschera unica. Credo debba far parte della galleria delle maschere della commedia dell’arte accanto a Rugantino, se non più importante”. Per De Sica, invece, “Sordi è stato quasi uno zio. Veniva due o tre volte a cena a casa ogni settimana e anche se si dice che io devo molto a mio padre in realtà devo molto a lui. Mi sono molto ispirato a Sordi e lui mi ha aiutato molto. Tra l’altro ho avuto la fortuna di fare due film con lui”. La mostra ‘Alberto Sordi 1920-2020’ sarà visitabile dal 16 settembre al 31 gennaio 2021 presso la sua storica villa in piazzale Numa Pompilio e al teatro dei Dioscuri al Quirinale in via Piacenza 1.

RAGGI: “INTITOLEREMO AD ALBERTO SORDI LA PIAZZA DAVANTI ALLA SUA VILLA”

“Il centerario della nascita di Sordi è un momento da ricordare. È stato un attore straordinario che ha saputo descrivere Roma e i romani in modo pungente, ironico e malinconico. Sordi è stato parte importante della nostra città e continua ad esserlo e anche per questo gli uffici stanno lavorando per intitolare la piazza antistante alla sua villa a suo nome”. Così la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in occasione della presentazione della mostra Alberto Sordi 2019-2020.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

15 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»