NEWS:

VIDEO | Folle finale di gara per Allegri: “Dov’è Rocchi?”

Il tecnico della Juventus perde le staffe e si scaglia contro la squadra arbitrale, poi cerca tra gli spalti il designatore

Pubblicato:15-05-2024 23:52
Ultimo aggiornamento:16-05-2024 08:41

Allegri
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Tra i protagonisti assoluti della finale di Coppa Italia c’è Massimiliano Allegri. Nei minuti finali della gara che l’ha consacrato come l’allenatore più titolato della competizione, perde le staffe e inveisce contro il direttore di gara Maresca. Sei minuti di recupero sono evidentemente troppi per il tecnico toscano, che si toglie la giacca e si scaglia contro il quarto uomo.

Inevitabile il cartellino rosso, che scatena ancora di più la furia di Allegri: quasi toglie anche la camicia dirigendosi verso gli spogliatoi, e prima di imboccare il sottopassaggio urla: “Dov’è Rocchi? (Il designatore degli arbitri, ndr).

IL CASO A FINE GARA

Un altro giallo dopo il triplice fischio. Durante i festeggiamenti in campo, Allegri sembra allontanare platealmente un dirigente della Juve – probabilmente il ds Cristiano Giuntoli – che si stava avvicinando per complimentarsi e abbracciarlo.


“LASCIO UNA GRANDE SQUADRA”

“E’ la Juventus a vincere, per me è tutto in questa frase. Sono contento per i ragazzi, che hanno fatto felici la società e i tifosi”. Massimiliano Allegri non è solo l’allenatore più vincente della storia della Coppa Italia, ma l’1-0 – il suo ‘muso corto’ – contro l’Atalanta ha portato alla società un trofeo dopo tre anni di astinenza. Tante però le situazioni da chiarire della sfida dell’Olimpico. Per esempio la rabbia di Allegri contro l’arbitro Maresca per un fischio finale che non arrivava mai: la giacca tirata via, la cravatta tolta e la camicia slacciata, le urla nei confronti di tutti e del designatore arbitrale cercato con la sguardo in tribuna (“Dov’è Rocchi?”). “Ho fatto un po’ di casino” l’ha chiusa il tecnico con un sorriso. Le immagini di fine partita, infatti, ‘fotografano’ la pace, con i due che si incontrano a bordo campo, tra strette di mano e Allegri che sussurra qualcosa all’orecchio di Rocchi coprendosi comunque la bocca con la mano. C’è stato poi quel “via, via” al direttore sportivo Giuntoli durante la festa della squadra in campo. “Nessuna intenzione di allontanare qualcuno- ha spiegato- non ci sono assolutamente problemi, volevo solo festeggiare con i miei ragazzi, che hanno fatto una stagione straordinaria”. E infine: “Lascio una grande squadra. Dico lascio perché mi pare che già si dica che non sarò più l’allenatore della Juventus. Per quanto mi riguarda, la società ha il diritto di cambiare, di fare come crede. Ora ci godiamo questa vittoria”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it