NEWS:

Franco Di Mare e Giulia Berdini: il matrimonio dopo 8 anni di fidanzamento

La sua compagna, classe 1991, lavora per una società di ristorazione: relazione nata nella sede Rai di Saxa Rubra

Pubblicato:15-05-2024 19:45
Ultimo aggiornamento:19-05-2024 22:21

franco di mare_giulia berdini
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Franco Di Mare e Giulia Berdini si sono sposati. Dopo otto anni di fidanzamento il giornalista Rai, 68 anni, è convolato oggi a nozze con la sua compagna, classe 1991, che lavora per una società di ristorazione. La loro relazione è nata nella sede Rai di Saxa Rubra, dove lei era responsabile del catering del bar interno. “La donna che ha avuto la forza di sopportarmi, perfino quando non mi sopportavo neppure io”, aveva raccontato il giornalista nel corso di una intervista per mettere a tacere i commenti sulla loro differenza d’età (36 anni). Franco Di Mare ha già alle spalle un matrimonio con una donna di nome Alessandra, con la quale ha cresciuto la figlia di Stella, adottata a 10 mesi di vita quando il giornalista era inviato di guerra a Sarajevo.

LEGGI ANCHE Franco Di Mare a ‘Che Tempo Che Fa’: “Ho un tumore”, poi rivela “Tutta la Rai si è dileguata”

LEGGI ANCHE L’avvocato di Franco Di Mare: “Si è ammalato per responsabilità della Rai, altri due colleghi hanno problemi di salute. Amianto in viale Mazzini? Sì…


Lo scorso 28 aprile Di Mare, ospite da Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’ per presentare il suo libro ‘Le parole per dirlo’, si era collegato da casa e aveva affrontato l’intervista con l’ausilio di un respiratore, rivelando di essere affetto da mesotelioma pleurico, un tumore “molto cattivo” provocato dall’esposizione all’amianto. Il giornalista, ex inviato di guerra, ha legato a quella esperienza l’insorgere delle sua malattia: “Sono stato a lungo nei Balcani tra proiettili all’uranio impoverito, iper-veloci, iper-distruttivi, capaci di buttare giù un edificio. Ogni esplosione- aveva detto a Fazio- liberava nell’aria infinite particelle di amianto”. Poi il passaggio di Di Mare con il suo rammarico nei confronti di chi si è allontanato dopo la scoperta della malattia: “Tutta la Rai. Tutti i gruppi dirigenti si sono dileguati”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it