fbpx

Tg Scuola, edizione del 15 maggio 2020

AZZOLINA: NO AL 6 POLITICO, INSUFFICIENZE COMPARIRANNO

Non ci sarà un 6 politico per tutti: le insufficienze compariranno nel documento di valutazione finale. A precisarlo è stata la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che intervenuta in commissione cultura alla Camera, ha spiegato le misure adottate in relazione alla crisi sanitaria che ha costretto il governo a chiudere le scuole. Chi non raggiungerà la sufficienza, dovrà recuperarla nella prima parte di settembre, e resta ferma la possibilità di non ammettere all’anno successivo studenti e studentesse con un quadro globale carente. Azzolina ha poi aggiunto che il ministero sta lavorando con il comitato tecnico scientifico per garantire a settembre una riapertura in totale sicurezza.

LA SUMMER SCHOOL DELLA DIRE NON SI FERMA

La scuola non si è mai fermata così come non si è mai fermato il giornalismo. Per questo l’agenzia Dire e diregiovani.it hanno deciso di non rinunciare all’annuale Summer School, un’occasione di formazione per i giovani che vogliono imparare a capire, il mondo che ci circonda e leggere i segni di quello che verrà. La nuova edizione 2020 si intitolerà infatti ‘Scriviamo il futuro’, e si terrà dal 30 giugno al 3 luglio, in modalità online. Per quattro giorni la pagina Facebook diregiovani ospiterà un dibattito sull’attualità con giornalisti ed esperti, mentre nel pomeriggio i ragazzi saranno seguiti dai tutor della Dire. Le iscrizioni sono aperte fino al 10 giugno.

ALL’EDU DAY 2020 IL FUTURO DELL’ISTRUZIONE CON I MINISTRI AZZOLINA E MANFREDI

Una giornata dedicata alla scuola che verrà, quella che dopo l’emergenza sanitaria si ritroverà di nuovo in classe ad affrontare nuove sfide e vecchie problematiche. L’Edu Day 2020, l’evento Microsoft dedicato al mondo della scuola e dell’università, si è svolto online per raccontare, anche in emergenza sanitaria, il mondo dell’istruzione che non si è fermato. Al live streaming hanno partecipato anche la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, e Gaetano Manfredi, ministro dell’Università e della Ricerca. La giornata è stata un’occasione per analizzare la risposta del mondo della scuola a questo periodo di emergenza, per condividere storie di successo e per discutere delle sfide della prossima ripartenza, con la volontà di cogliere nuove opportunità da questo momento complesso.

LAZIO, GRANDE SUCCESSO PER LA FINALE REGIONALE DEL PREMIO SCUOLA DIGITALE ONLINE

Una scuola virtuale e rivoluzionaria, che userà le nuove tecnologie didattiche e annullerà le differenze sociali. È questa la scuola del futuro immaginata dagli studenti e dalle studentesse che hanno aperto la finale del Premio scuola digitale (Psd) del Lazio, che si è tenuta in versione online sulla pagina Facebook e sul canale Youtube dell’istituto ‘Luigi Einaudi’ di Roma, scuola polo organizzatrice del premio. Ad aggiudicarsi il primo premio, l’istituto ‘Corradini Frezzotti’ di Latina per le scuole del primo ciclo, e il progetto del Liceo Grassi di Latina, per quelle del secondo. Ma non c’è stata solo la competizione; non sono mancati infatti i momenti d’intrattenimento e gli interventi degli ospiti d’onore, come giovane Hady Milani, ingegnere aerospaziale esperto di esplorazione umana dello spazio e il cantautore Santino Cardamone.

IL LAVORO DEI RAPPRESENTANTI D’ISTITUTO AI TEMPI DELLA DAD

In questi tempi di didattica a distanza il lavoro di studenti e docenti si è complicato e con loro anche quello dei rappresentanti d’istituto chiamati a mediare esigenze nuove in un contesto inaspettato. Ecco cosa ci ha detto Valeria, rappresentante d’Istituto dell’Istituto Pilo Albertelli di Roma.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

15 Maggio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»