Roma, il progetto DOORS contro la povertà educativa

progetto doors
Il racconto di 3 iniziative a sostegno dei ragazzi svantaggiati
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Una serie di iniziative portate avanti da professionisti che quotidianamente lavorano con i minori tra scuola, istituzioni e territorio per combattere la povertà educativa. Un consorzio di 28 partner dislocati in varie regioni italiane che propongono un modello educativo integrato per ragazzi e ragazze di età dai 10 ai 14 anni. È il progetto ‘DOORS – porte aperte al desiderio come opportunità di rigenerazione sociale’, promosso selezionato dall’impresa sociale ‘Con i Bambini’, soggetto attuatore nell’ambito del ‘Fondo per il contrasto della Povertà Educativa Minorile’.

Come dimostra il recente dossier “Le mappe sulla povertà educativa nel Lazio” dell’Osservatorio #conibambini (www.conibambini.org/2021/04/14/le-mappe-della-poverta-educativa-nel-lazio), la crisi pandemica ha contribuito ad aggravare il fenomeno, già allarmante, della dispersione scolastica.

“Con la pandemia le disuguaglianze sociali ed educative crescono e aggravano una situazione caratterizzata da grandi divari strutturali- ha commentato Marco Rossi-Doria, il neoeletto Presidente di Con i Bambini. La povertà educativa, come evidenzia il report, ha spesso origine in queste disparità, non solo economiche, ma sociali e culturali. È un fenomeno che non può riguardare solo la scuola o le singole famiglie, ma chiama in causa l’intera ‘comunità educante’ perché riguarda il futuro del Paese. In questa fase di grandi difficoltà, i ragazzi dovrebbero rappresentare il fulcro di qualsiasi ripartenza”.

L’agenzia Dire ha realizzato un videoservizio per raccontare tre iniziative portate avanti a Roma all’interno del progetto DOORS: ‘Did you DAD?’, la didattica a distanza assistita in presenza a MaTeMù, il Centro Giovani e Scuola d’Arte del I Municipio, creato e gestito dal CIES Onlus dal 2010, che ha aperto le sue porte alle studentesse e agli studenti che non riescono a seguire le lezioni da casa. Si tratta di una pratica innovativa e creativa mutuata da “DaDAUMPA'”, l’esperienza messa in campo dalla Cooperativa sociale Tempo per l’Infanzia e dal Comune di Milano, entrambi partner di progetto DOORS, presso lo Spazio di Arteducazione di Milano. ‘Gli amici nascosti’, il laboratorio di narrazione applicata al digitale, ideato dall’associazione Asinitas a partire dall’omonimo libro di Cecilia Bartoli. ‘SOS Sostegno ai compiti’, un supporto allo studio curato dall’associazione MOM in orario extrascolastico scolastico del plesso ‘F. Baracca’ dell’IC ‘Salacone’. Un’attività che favorisce l’apprendimento laddove ci sono delle difficoltà contribuendo alla riduzione dell’abbandono scolastico.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»