Durante la quarantena i bambini posso avere sonni agitati e incubi

Villani (Sip): "Raccontare una storia serena prima di dormire può aiutarli"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “In questo periodo i bambini possono essere un po’ più inquieti, avere sonni agitati e qualche incubo”. Lo dichiara Alberto Villani, presidente della Societa’ italiana di pediatria (Sip), che su Rai 1 al programma ‘Diario di casa’ spiega cosa si può fare per tranquillizzarli.
Dobbiamo aiutarli, soprattutto nella fase finale della giornata. È importante ricordare qualcosa di bello che si è fatto durante il giorno e farlo anche con qualche storia divertente e serena. Per esempio- conclude Villani- leggere delle pagine di un libro, per addormentare i bambini, è una valida abitudine da mantenere anche dopo la quarantena“.

La Sip offre il suo contributo specialistico all’interno dello sportello clinico ‘IdO con voi’, promosso dall’Istituto di Ortofonologia nell’ambito della task force del Miur di aiuto e sostegno a docenti, genitori e studenti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

15 Aprile 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»