Addio a Vittorio Taviani, maestro del cinema italiano

Il regista aveva 88 anni ed era malato da tempo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – E’ morto a Roma Vittorio Taviani, regista che, con il fratello Paolo, ha diretto film che hanno fatto grande il cinema italiano, come Padre Padrone (Palma d’oro a Cannes nel ’77), La Notte di San Lorenzo, Caos e Cesare deve morire (Orso d’oro a Berlino).
Il regista aveva 88 anni ed era malato da tempo.

 MATTARELLA: CINEMA E CULTURA PERDONO PROTAGONISTA INDISCUSSO

“La scomparsa di Vittorio Taviani costituisce un grave lutto per il cinema e la cultura italiani, che perdono un indiscusso e amato protagonista. Il fecondo sodalizio, umano e artistico, con il fratello Paolo ha prodotto capolavori indimenticabili, nei quali la cifra stilistica, di estrema raffinatezza e di alta poesia, si è sempre coniugata con un forte sentimento di  passione civile”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricorda il regista scmparso a Roma.

“Nell’inviare alla moglie, ai figli e al fratello Paolo, il mio cordoglio più sentito, desidero ricordare anche il tratto umano – generoso, affabile e riservato – del regista appena scomparso”, conclude Mattarella.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»