È sempre il Papa, non può essere Che Guevara

A Papa Francesco va comunque detto grazie per tutto quello che sta facendo e sono sicuro farà ancora su questo tema, affrontato in modo rivoluzionario
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La Chiesa non può benedire le coppie omosessuali. A chiarirlo è stata la Congregazione della Dottrina della Fede, con il placet di Papa FrancescoIl divieto lascia aperta la possibilità di dare la benedizione alle singole persone gay o lesbiche, è la loro ‘unione’ che non può riceverla. Uno stop, al momento, a chi vorrebbe, col tempo, arrivare a una parità davanti alla Chiesa delle coppie omosessuali con quelle eterosessuali e che vede nel Pontefice un ‘alleato’ in questo percorso. Ma per favore, ora niente critiche. A Papa Francesco va comunque detto grazie per tutto quello che sta facendo e sono sicuro farà ancora su questo tema, affrontato in modo rivoluzionario rispetto al passato a cominciare dal suo famoso “Ma chi sono io per giudicare?”Ma è pur sempre il Papa. Non gli si può chiedere di essere Che Guevara. Si sbrighi piuttosto lo Stato laico a dare fino in fondo pari diritti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»