La Terra vista dallo Spazio: inquinamento a livelli pre-Covid

imagini sentinel 5p copernicus
Le osservazioni delle sentinelle della Terra di Copernicus riportano la situazione in Cina, tra pochi mesi succederà anche in Europa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Era il 23 gennaio del 2020 quando il mondo assisteva al primo lockdown per arginare il nuovo Coronavirus, a Wuhan. Lo stop dei mesi successivi alle attività industriali e al traffico a livello globale, con le persone chiuse in casa, diede un risultato che fu prontamente fotografato dai satelliti in orbita intorno alla Terra: l’inquinamento si era sensibilmente ridotto. E oggi? Con l’allentamento delle restrizioni, l’inquinamento sta aumentando di nuovo. I dati li fornisce Sentinel-5P del programma europeo Copernicus. Le immagini sono quelle della Cina, ripresa dallo Spazio a febbraio 2019, 2020 e 2021. Rilevano la presenza in atmosfera di diossido di azoto.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, la Terra senza smog: le immagini dallo Spazio raccontano il pianeta ‘nuovo’

Nitrogen_dioxide_concentrations_over_China.jpg

Copyright: contains modified Copernicus Sentinel data (2019-21), processed by ESA, CC BY-SA 3.0 IGO

I dati esemplificano che da febbraio a 2019 a febbraio 2020 i livelli sono saliti del 35%, tornando a queste quantità nel 2021.

“Ce lo aspettavamo- spiega il mission manager di Sentinel 5P, Claus Zehner-, le concentrazioni di diossido di azoto in atmosfera non dipendono solo dalle attività umane, le condizioni meteo come la velocità del vento e la presenza di nuvole può avere effetti su questi livelli, ma la maggior parte delle riduzioni discendono dalle restrizioni. Nei prossimi mesi ci aspettiamo un aumento anche in Europa“.

LEGGI ANCHE: Il clima del futuro visto da Copernicus

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»