Fontana: “Bene Eni e PoliMi, Lombardia verso lo sviluppo sostenibile”

Attilio Fontana
Il governatore della Regione parla di un futuro in cui ci sia "grande collaborazione tra tutte le istituzioni e un'idea chiara", quella "di uno sviluppo verde che offre la possibilità di cogliere nuovi business"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Crediamo in un futuro in cui ci sia una grande collaborazione tra tutte le istituzioni e un’idea chiara”, quella “di andare verso uno sviluppo sostenibile nel quale si possano individuare anche motivi di investimenti , di rilancio economico, di studio, motivi tali che consentano di vedere con concretezza il futuro del nostro territorio. Uno sviluppo verde nel quale crediamo che offre la possibilità di cogliere nuovi business, nuovi mercati e nuove opportunità”. Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia, lo dice intervenendo all’evento online per la firma dell’accordo quadro tra Eni e Politecnico di Milano che porterà alla realizzazione del primo Centro Congiunto di Innovazione e Ricerca per l’accelerazione della transizione energetica e della Carbon Neutrality, all’interno del progetto Innovation District del Politecnico di Milano nel ‘Parco gasometri’, che ha già ricevuto nel 2019 un finanziamento da parte di Regione Lombardia.

“Un’iniziativa nella quale noi crediamo molto e che va nel solco del sostegno al mondo universitario della nostra regione che abbiamo voluto dare negli ultimi anni con misure importanti”, spiega Fontana, come “i 400 milioni stanziati in fondi e iniziative a favore delle nostre università”. Una collaborazione, quella tra Eni e PoliMi, che “va nella direzione di quel piano Lombardia che abbiamo voluto utilizzare come rilancio del nostro sistema economico e della nostra economia”, prosegue il presidente della Regione, “un’esperienza che noi riteniamo sarebbe utile replicare”, nell’ambito di “un piano strategico di alta formazione che interessa tutti i territori della nostra regione”.

Come Regione Lombardia “crediamo sia importante dare una nuova visione della formazione universitaria che sia strettamente connessa con le esigenze e le richieste del mondo lavoro”, conclude Fontana, per cui “questo è un passo importante che e anche molto bello dal punto di vista simbolico, e al quale abbiamo voluto aderire con grande entusiasmo”.

LEGGI ANCHE: Fontana: “Basta dipendere dall’estero, produciamo il vaccino in Italia”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»