Letta: “Ripartire dal Mattarellum, scegliere i parlamentari”

enrico letta
"Bisogna evitare che si voti con le liste bloccate"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “A me il proporzionale non è mai piaciuto più di tanto. Noi abbiamo avuto una ottima legge elettorale, il Mattarellum. Quella legge è stata cambiata con il Porcellum, poi il Rosatellum. Due errori clamorosi. Io sono perché si riparta dal Mattarellum, da una legge che dia al cittadino il potere e che dia la possibilità di confrontarsi tra due coalizioni, ed è quello che cercherò di fare anche politicamente”. Così il segretario del Pd Enrico Letta, ospite a Che tempo che fa. “Bisogna evitare che si voti con le liste bloccate. I parlamentari li devono scegliere i cittadini, non io”, aggiunge.

LEGGI: Pd, in campo Letta ‘il federatore’: un nuovo Prodi per il centrosinistra?

Salvini a Letta: “Ius soli? Pensiamo ai veri problemi non alle cavolate”

Pd, Letta vede la vittoria alle politiche: “L’Italia ci seguirà ancora”

LETTA: “GIOVANI FONDAMENTALI, DIAMO VOTO AI SEDICENNI”

“Io ho messo due temi al centro della mia riflessione: i giovani e le donne. Siamo un Paese che ha pochissimi giovani. Io ho messo in campo alcune proposte: dare il voto ai sedicenni. È difficile ma io ci credo”. “Facciamo sì che questi giovani siano un pochino di più a parlare- aggiunge- c’è una proposta di legge costituzionale al passaggio finale, chiudiamola. Facciamo che i giovani possano votare al Senato. È un tema secondo me fondamentale”.

LETTA: “ABBIAMO AIUTATO M5S A DIVENTARE EUROPEISTA, ORA CONFRONTO

“In questo anno e mezzo il Pd ha aiutato il Movimento cinque stelle a diventare un Movimento più europeista e di governo e questo è stato possibile anche perché il Pd ha lavorato in questa direzione”. “Vedremo cosa sarà il Movimento cinque stelle con Conte- aggiunge- se il confronto andrà bene faremo un pezzo di strada insieme”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»