fbpx

VIDEO | Salvini accolto a Napoli al grido di ‘Odio la Lega’, costretto a entrare in prefettura dalla porta secondaria

NAPOLI – Si e’ fermata fuori alla prefettura di Napoli dove era atteso il ministro dell’interno, Matteo Salvini, il corteo per il clima che stamattina ha portato quasi 10mila studenti a sfilare tra le strade di Napoli.

LEGGI ANCHE: VIDEO | “Io sono fascista”: comizio schock della candidata della Lega in Basilicata

Durante la manifestazione ci sono stati dei momenti di tensione con le forze dell’ordine nel momento in cui e’ stato comunicato ai manifestanti che non avrebbero potuto raggiungere piazza del Plebiscito, sede del palazzo di governo.

Gli studenti hanno avvicinato le forze dell’ordine mostrando i palmi delle mani colorati con vernice verde, simbolo della difesa dell’ambiente. Gli agenti hanno risposto respingendo il corteo anche con l’uso di manganelli.

Un nutrito gruppo di studenti e’ riuscito comunque a raggiungere la piazza, intonando cori contro il vicepremier e la Lega.

“Il modello di questi signori e’ aprire gli inceneritori in Terra dei Fuochi. Non possiamo nascere gia’ condannati a vedere le nostre famiglie morire di cancro per colpa della mala politica che fa affari con la camorra”, dicono gli studenti, mentre in piazza, dai loro megafoni urlano “Odio la Lega” e altri slogan contro Matteo Salvini. I cartelli che alzano, pero’, sono tutti in difesa del clima e contro la devastazione ambientale.

In piazza c’e’ anche il missionario Alex Zanotelli. “È stata una stupidita’ comunicare stamattina che avrebbero fermato il corteo prima della prefettura per l’arrivo di Salvini. È assurdo – spiega alla Dire – che questo governo non capisca che finalmente ci sono dei giovani che scendono in piazza per qualcosa di importante come il clima. Ci sono state delle tensioni, proprio per questo, con la polizia ma il messaggio che deve passare e’ che i ragazzi finalmente sono consapevoli di un rischio mondiale e scelgono di combatterlo”.

NAPOLI. SALVINI IN PREFETTURA DA INGRESSO SECONDARIO

Matteo Salvini e’ arrivato nella prefettura di Napoli dove presiede un comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza. Il ministro dell’Interno ha raggiunto il palazzo di governo entrando da un accesso secondario in via Chiaia: davanti all’ingresso principale della prefettura, infatti, ci sono gruppi di studenti per il clima e attivisti dei centri sociali che hanno accolto l’arrivo del ministro al grido di “Odio la Lega”.

Davanti all’ingresso secondario in via Chiaia un gruppo di supporter del Carroccio ha acclamato e appaludito il vicepremier.

Salvini, prima di raggiungere la prefettura, si e’ fermato nel quartiere del Vasto dove sono presenti numerosi centri di accoglienza straordinaria. Il ministro ha incontrato don Vincenzo Salzano, parroco del quartiere, e insieme hanno ordinato delle pizze dalla vicina pizzeria Oliva.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

15 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»