Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Trasporti, sì ad accordo quadro tra Regione e Rfi

NAPOLI - La Giunta regionale della Campania ha approvato lo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

regione-campania33NAPOLI – La Giunta regionale della Campania ha approvato lo schema di accordo quadro tra Regione e Rfi (Rete ferroviaria italiana, gruppo Ferrovie dello Stato) che definisce i criteri di utilizzazione della rete e la disponibilita’ delle relative tracce per i servizi di trasporto pubblico locale su ferro. Con l’accordo – che entrera’ in vigore con l’orario ferroviario del prossimo dicembre 2016 ed avra’ una validita’ di 5 anni rinnovabili, su accordo espresso delle parti, per ulteriori 5 anni – la Giunta ha approvato anche il documento tecnico redatto con il supporto dell’agenzia campana per la mobilita’ sostenibile (AcaM), che definisce l’assetto dei servizi ferroviari regionali (quelli attualmente gestiti da Trenitalia e quelli di Eav su rete Rfi), in uno scenario di progressivo adeguamento degli stessi alle esigenze della domanda, tenendo conto anche del futuro potenziamento di infrastrutture, tecnologie e treni.

Il documento e’ stato sottoposto a osservazioni e proposte da parte di tutti i soggetti interessati, attraverso il sito web dell’AcaM e una serie di incontri con associazioni e comitati di pendolari. L’Accordo Quadro, oltre ad essere uno strumento di coordinamento e pianificazione per la gestione delle richieste pluriennali di disponibilita’ della rete di Rfi da parte della Regione, assume un ruolo indispensabile per dare attuazione alle funzioni di programmazione e di amministrazione del trasporto ferroviario di interesse regionale, e per garantire l”accesso alla rete da parte delle imprese ferroviarie affidatarie dei servizi a condizioni eque, non discriminatorie e trasparenti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»