Una donna per la prima volta al vertice del Wto: è africana

Ngozi Okonjo-Iweala
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Un Wto forte è essenziale se vogliamo riprenderci del tutto e in modo rapido dalla devastazione causata dalla pandemia del Covid-19”: così oggi Ngozi Okonjo-Iweala, economista nigeriana, nominata al vertice dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto/Omc).

Già dirigente della Banca mondiale nonché ministro delle Finanze del suo Paese di origine, 66 anni, Okonjo-Iweala è il primo direttore generale del Wto donna e di origine africana. La nomina, per consenso, è stata comunicata al termine di una sessione speciale del Consiglio generale, il massimo organo del Wto, riunitosi in modalità virtuale. Per il via libera alla candidatura di Okonjo-Iweala, secondo diversi osservatori, è stato decisivo l’avvicendamento alla presidenza degli Stati Uniti con l’uscita di scena di Donald Trump a favore di Joe Biden.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»