Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, Raggi: “Dal 1 novembre 2019 stop a diesel euro 3”

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - Dal primo novembre del 2019 stop alle vetture
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dal primo novembre del 2019 stop alle vetture diesel Euro 3 all’interno dell’Anello ferroviario di Roma. Ad annunciare la novità è stata la sindaca Virginia Raggi durante una conferenza stampa ai Musei capitolini sul tema della qualità dell’aria.

LEGGI ANCHE: Smog killer a Roma, 120 morti premature ogni anno

“Dopo aver preso l’impegno, all’interno della conferenza C40, di eliminare il diesel da un’area di Roma entro il 2024, abbiamo cominciato a stilare il cronoprogramma e possiamo dire che dall’1 novenbre di quest’anno i diesel Euro 3 non potranno più circolare all’interno della Ztl Anello ferroviario dal lunedì al venerdi. La delibera verrà votata in Giunta nei prossimi giorni e anche nella nostra città comincerà la pulizia dell’aria dai gas climalteranti”, ha spiegato Raggi.

Per la sindaca “i proprietari non saranno contenti, visto che questa misura solo per i residenti della zona impatta su 24mila veicoli. Sappiamo che creerà disagi, non viviamo su Marte, ma avrà effetti benefici sulla loro salute e su quella di tutti i cittadini. Negli anni questi divieti saranno estesi a tutta la città e, a scalare, anche ad altre motorizzazioni”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»