Aborto, Salvini: “E’ un omicidio, con noi al governo riduciamo interruzioni”

ROMA – “Sono contrario all’aborto, nella dottrina della Chiesa non è concepito. Se la Lega fosse al governo non eliminerei la legge, le donne devono essere libere di scegliere, ma farei di tutto per limitare al massimo il numero delle interruzioni di gravidanza”. Lo dice Matteo Salvini, leader della Lega Nord, a La Zanzara su Radio 24. L’aborto è un omicidio, chiedono i conduttori? “Assolutamente si”, risponde Salvini.

“Molte interruzioni- dice Salvini- sono dettate da motivi economici. Se una ragazza vuole abortire bisogna dare incentivi economici per non farla abortire. Se una ragazza arriva in consultorio e dice che non può permettersi di portare avanti la gravidanza, un paese serio aiuta economicamente la ragazza a portare a termine la gravidanza”. “Non si può ammazzare un figlio prima che nasca- dice ancora Salvini- perchè uno non se lo può permettere. L’anno scorso ha visto il minor numero di nascite nel nostro Paese dal 1861 ad oggi”.

15 Febbraio 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»