Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Pdcs, i Giovani democratici cristiani al seminario per il XX anniversario Yepp

SAN MARINO - I Giovani Democratici Cristiani del Titano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

SAN MARINO – I Giovani Democratici Cristiani del Titano tra i protagonisti del seminario organizzato da Yepp, in occasione del suo XX anniversario. La delegazione sammarinese composta da Lorenzo Bugli, attuale Presidente del movimento giovanile del Pdcs, Alice Mina, membro di Direzione del Pdcs e Maddalena Renzi, neo designata come responsabile dei rapporti esteri, si è recata a Roma, nei giorni scorsi, per partecipare all’appuntamento organizzato dai Giovani del Partito Popolare Europeo (Yepp).

A fare parte dell’organizzazione legata al Ppe sono ben 58 movimenti giovanili politici collocati nell’area di centro-destra, provenienti da 39 differenti paesi dell’intera Europa. Per i rappresentanti della Gdc essere membri di questo organismo europeo è una grande opportunità: “Rappresenta per San Marino una piccola finestra sul mondo– riporta una nota pubblicata sul sito del Pdcs- in quanto si tratta di un canale di comunicazione fondamentale tra giovani provenienti da realtà nazionali differenti ma guidati da ideologie, principi e valori comuni da cui partire e sui quali confrontarsi”.

Alice Mina

Fulcro del seminario sono state le tematiche relative al populismo e ai suoi effetti sulla politica. La riflessione ha riguardato principalmente “la questione di come poter affrontare la tematica del populismo per scongiurare i tristi episodi del passato e per promuovere una politica veramente vicina e attenta ai bisogni della collettività”. La delegazione sammarinese, nei propri interventi, ha fatto riferimento alla realtà della propria Repubblica: “Abbiamo affrontato un’attenta analisi della problematica di del populismo- spiegano i Gdc- sostenendo che il rimedio è senza dubbio rappresentato dal pieno recupero del senso di onestà, lealtà ed umiltà“. Infatti, “per recuperare la stima e il sostegno dei cittadini- proseguono i giovani del Pdcs- è fondamentale essergli vicini; ciò significa che la classe dirigente politica di uno Stato deve avere forti e profondi valori umani e morali, essere umile, onesta e in ultimo, ma non per importanza, formata e competente”.

Antonio Tajani

In definitiva: “La politica deve tornare ad essere al servizio dei cittadini in modo concreto, intelligente e consapevole- proseguono- anche a San Marino occorre ripulirsi dagli errori e dalle scorrette politiche del passato, troppo spesso ancorate a logiche personalistiche e ad interessi lontani da quelli della collettività”. Quindi “la politica deve riconquistare i cittadini non dall’alto ma dal basso– sottolineano- entrando in mezzo a loro ed accogliendo concretamente le loro esigenze”. Ovviamente “in questo contesto- concludono i Gdc- anche il raffronto con l’esterno, in tal caso con l’Europa, è diventato fondamentale e l’apporto di esperienze a livello internazionale è oramai imprescindibile”. La partecipazione dei Gdc allo Yepp, testimonia e conferma infine l’importanza del legame del Pdcs con il Ppe: pochi mesi fa, a suggellare il rapporto, l’incontro del segretario Marco Gatti e di Luca Beccari con Antonio Tajani attuale Presidente del Parlamento europeo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»