Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Edilizia pubblica. Battaglia (Pd): “In statuto, confermata autonomia Aterp”

REGGIO CALABRIA - In merito allo Statuto dell’Aterp, di
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

battaglia aterpREGGIO CALABRIA – In merito allo Statuto dell’Aterp, di cui si è occupata nel corso dei suoi lavori odierni la prima Commissione, il consigliere del Pd Domenico Battaglia, che ha partecipato alla seduta, commenta: “E’ stata una scelta importante quella di confermare, nell’impianto complessivo dello Statuto, la previsione dei singoli distretti quale espressione della rispettiva autonomia tecnica ed amministrativa territoriale, prevedendo altresì in capo agli stessi, la gestione amministrativa del personale, delle attività direzioni lavori, di quelle manutentive ordinarie e della gestione amministrativa dei rapporti locativi e del patrimonio immobiliare del territorio provinciale di competenza”.

   “Un riconoscimento – sottolinea ancora Battaglia- che qualifica e migliora lo Statuto regionale dell’Aterp, nell’ottica del principio di sussidiarietà e della necessità di avvicinare le realtà del territorio ai bisogni dei cittadini e degli inquilini assegnatari. A tal fine, ringrazio l’assessore Musmanno per la disponibilità al confronto e per la sua capacità di sintesi nell’accogliere i diversi suggerimenti e le proposte di modifica”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»