NEWS:

Fedez mostra la faccia di un hater, ma è l’utente sbagliato: pasticcio social

Durante una puntata di 'Muschio selvaggio' il rapper addita al suo pubblico un hater, ma la foto mostrata appartiene a un'altra persona

Pubblicato:15-01-2024 15:30
Ultimo aggiornamento:15-01-2024 16:21
Autore:

fedez
FacebookLinkedInXEmailWhatsApp

ROMA – Durante la puntata di ‘Muschio selvaggio’ Fedez si è scagliato contro un hater che aveva scompostamente ironizzato sul tumore di cui ha sofferto il rapper, mostrando in video il suo volto. Peccato che la faccia appartenesse a un altro utente.

Fedez, smartphone alla mano, legge un post dell’utente ‘Davidone’, il quale, apparentemente, postava una sua foto, mostrata dal rapper. L’immagine, però, era quella di un altro utente, Wazza, il quale ha reso noto l’accaduto: “Fedez, con tutti i mezzi che ha, non ha nemmeno verificato”, scrive su X.

Il rapper aveva dichiarato di avere un conto aperto “con il Twitter calcio”, dopo gli insulti a suo figlio Leone, apparso in campo prima di una partita del Milan e diventato bersaglio di commenti minacciosi.


Sto facendo leva sul potere che ho perché se fossi una persona normale non avrei strumenti per difendermi...Il prossimo che vado a pigliare è questo Davidone… Quando ci metterai nome e cognome. Io andrò dalla famiglia di Davidone, dalla fidanzata di Davidone, dal datore di lavoro di Davidone…”, ha detto Fedez, mostrando la foto. Sbagliata.

Su X sono migliaia i commenti alla vicenda. La maggior parte degli utenti si mostra incredula rispetto all’errore fatto (“Con tutti i mezzi che ha veramente ti ha scambiato per Davidone? Ahahahahah sto volando bastava aprire e leggere 2/3 commenti“), in tanti invitano Wazza a querelarlo.

“Meme a parte ragazzi quello che ha fatto il signor Fedez e la trasmissione Muschio Selvaggio è di una gravità pazzesca. C’è chi non regge il peso della pubblica gogna… ci siamo capiti. Letteralmente ogni social intasato, whatsapp e quant’altro. Ovviamente mi muoverò nelle sedi opportune, ma sono molto turbato dalla cosa“, ha dichiarato a mezzo post su X il diretto interessato, Wazza.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it