Senegal in ansia: scomparsa in Francia la studentessa più brava del Paese

diary sow
Da diversi giorni non si hanno più notizie della giovane Diary Sow. L'appello dello zio: ""Abbiamo il sostegno dei senegalesi e ringraziamo anche le autorità per il loro impegno. A loro chiediamo di fare tutto il possibile per ritrovare Diary"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Di Diary Sow, brillante studentessa senegalese residente a Parigi, si sono perse le tracce dal 4 gennaio. La giovane, 20 anni appena compiuti, avrebbe dovuto tornare a scuola dopo la pausa natalizia e invece il suo banco è rimasto vuoto. La polizia francese ha già avviato le indagini dopo la denuncia presentata dalla famiglia, ma per ora gli inquirenti non hanno ancora dato ipotesi sul destino della giovane e risulta che ogni ipotesi resta al vaglio della procura.

Forte l’apprensione da parte della famiglia ma anche dei suoi connazionali, che hanno imparato a conoscere la ragazza grazie ai suoi successi scolastici e personali: Sow ha vinto per due anni di seguito il premio come miglior studentessa del Paese – nel 2018 e nel 2019 – ottenendo così una borsa di studio da parte del governo nonché l’accesso al liceo Louis-le-Grand, nel Quartiere latino di Parigi, uno tra i più prestigiosi istituti della capitale.

Diary, che secondo i suoi insegnanti ha una propensione naturale sia alle materie scientifiche che letterarie, è diventata celebre anche grazie al romanzo pubblicato lo scorso anno con l’Harmattan Senegal ‘Sous le visage d’un ange’, una storia d’amore che si intreccia con le istanze di modernità della società senegalese. Successi che hanno attirato l’attenzione anche del presidente della Repubblica Macky Sall, che qualche mese fa le ha inviato una copia autografata dell’ultimo libro da lui pubblicato, ‘Senegal au coeur’, con su scritto: “A Diary Sow, astro nascente e orgoglio di una intera nazione”.



Dopo ormai dieci giorni, “la scomparsa di Diary sta angosciando la famiglia sempre di più” ha riferito alla stampa uno zio della giovane, Aliou Sow, confermando che i familiari non hanno idea di cosa possa esserle accaduto. Negli ultimi scambi con i genitori, la studentessa ha raccontato di essere impegnata con i compiti assegnati nel periodo di vacanza. “Abbiamo il sostegno dei senegalesi e ringraziamo anche le autorità per il loro impegno” ha concluso lo zio. “A loro chiediamo di fare tutto il possibile per ritrovare Diary”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»