Marte o Bowie: online la petizione per dare al pianeta il nome del Duca Bianco

Le firme raccolte sul sito Change.org saranno poi consegnate all'International Astronomical Union (IAU) con la speranza che accolga il volere dei fan e della rete
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
bowie_uomo su terraROMA – Life on Mars, Starman e Space Oddity. Sono questi i brani che David Bowie ha espressamente ‘dedicato’ all’infinità dell’universo, ai misteri dello spazio. Una visione del cosmo che qualcuno ha voluto trasformare in qualcosa di concreto lanciando la petizione on line per dare a Marte, il pianeta rosso, il nome del Duca Bianco. Le firme raccolte sul sito Change.org saranno poi consegnate all’International Astronomical Union (IAU) con la speranza che accolga il volere dei fan e della rete. Al momento sono già oltre 3mila gli internauti che hanno apposto sul sito la propria volontà.

“David Bowie ha ispirato milioni di persone attraverso la sua arte e la musica mettendo in luce il fascino dello spazio, i pianeti e l’esistenza extraterrestre. La sua arte ha ispirato i fan, nel corso dei decenni, a guardare le stelle e il cielo notturno, ad aprire le loro menti”, si legge in calce alla petizione. E ancora “Ci ha dato tanto. Un pezzo della galassia in cambio è solo una goccia nel nell’universo”.

Intanto, trapela dalle colonne del Daily Mirror, il corpo di David Bowie sarebbe stato già cremato in gran segreto a New York, così come aveva stabilito lo stesso cantante. Nessun parente presente, nessuna cerimonia funebre. Su questo tipo di ‘addio’ David Bowie, stando alla fonte del Daily, era stato molto chiaro. “Voleva scomparire senza clamori, grandi show o fanfare. Il suo ultimo disco Blackstar e’ stato l’addio ai suoi fan”, ha dichiarato la fonte.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»