Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Bergamo spunta una panchina blu e stellata con i colori dell’Ue

panchina blu
L'ordine del giorno è stato approvato dal Consiglio comunale contro le violazioni dei diritti al confine Polonia-Bielorussia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Nicolò Rubeis

MILANO – A Bergamo, nei giardini 25 aprile in piazza Matteotti, da qualche giorno, accanto al monumento al partigiano di Giacomo Manzù c’è una panchina con i colori e le stelle della bandiera dell’Unione Europea. Un’iniziativa – prevista da un ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale orobico in occasione della Giornata mondiale dei diritti umani – per simboleggiare l’appartenenza della città all’Ue e, soprattutto, “l’adesione ai principi fondamentali, in relazione alla Conferenza sul futuro dell’Europa – spiegano da Palazzo Frizzoni – e alla situazione di violazione dei diritti al confine
tra Polonia e Bielorussia”. 

La panchina blu e stellata è stata realizzata domenica dai ragazzi della sezione bergamasca della Gioventù Federalista Europea, giovanile del Movimento Federalista Europeo.

“Si tratta di un elemento di sicuro impatto – commentano l’assessora Marzia Marchesi e il consigliere Comunale Alessandro De Bernardis, quest’ultimo estensore dell’ordine del giorno approvato dal Consiglio – che nasce da un gruppo di giovani che avevano il desiderio di trasmettere a tutta la cittadinanza la propria idea di Europa”. Un’Unione europea “lontana dalla freddezza con cui la si pensa generalmente e più vicina ai suoi valori fondamentali”, concludono.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»