Assembramenti, Zampa: “Italiani si stanno comportando come bambini”

assembramenti_coronavirus
"Il Cts discuterà di nuove misure restrittive: credo che gli scienziati faranno una scelta attenta"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Voglio commentare le immagini dello shopping di questi giorni con una suggestione datami da un amico, Stefano Bonaga, che ha detto che la possibilita’ di fare shopping in seguito alle riaperture delle Regioni e’ come il permesso della mamma al figlio di poter mangiare la marmellata e il figlio ne mangia sei barattoli. Il problema e’ che ci vogliono anche dei controlli, non solo dei vigili. L’Italia e’ ancora un malato che, appena sente di star meglio, esce e si ammala nuovamente. Dobbiamo capire che c’e’ stato evidentemente un problema di comunicazione da parte nostra perche’ i cittadini non hanno compreso cosa sta accadendo. È come se percepissero che e’ una cosa che non li riguarda”. Lo ha detto il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, intervenendo nel programma ‘Newsroom Italia’, su Rainews24.

LEGGI ANCHE: Covid, Cts chiede lockdown di Natale: Governo verso il sì

 ZAMPA: “CTS PRENDERÀ MISURE PER RIDURRE ASSEMBRAMENTI-RISCHI

 “Il Cts discutera’ alle 17 di nuove misure restrittive: credo che gli scienziati faranno una scelta attenta, ma non posso anticipare altro. Noi, come Italia, non siamo nella stessa posizione della Germania in questo momento, ma certamente siamo in una condizione ancora molto critica, in cui non possiamo non pensare al numero delle persone che muoiono ogni giorno. Dobbiamo fare ancora dei sacrifici”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»