Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Conte: “Dobbiamo serrare i ranghi per battere il Covid”

giuseppe conte
Il premier insiste sull'importanza di fare fronte comune per battere il nemico e per affrontare una piena ripresa economica del Paese
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dopo le due ondate della pandemia la sfida che abbiamo di fronte non è solo quella di liberare le potenzialitè inespresse dell’Italia. In primo luogo nel presente dobbiamo serrare i ranghi per battere il nemico”. Lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, in un videomessaggio inviato al Rome Investment Forum 2020 della Febaf. “È una battaglia che richiede un forte spirito di unità nelle nostre comunità, una leale collaborazione fra tutti i livelli istituzionali e una solida cooperazione internazionale per aiutarci l’un l’altro ad abbattere il virus e organizzare il piano dei vaccini”, ha sottolineato.

LEGGI ANCHE: Conte, su Recovery Fund “accordo storico”. Spostamenti a Natale? Decide il Parlamento

“Oltre ad affrontare la sfida sanitaria, ci troviamo oggi a porre le premesse per una piena ripresa economica, dotando il motore della crescita di rinnovate energie”, ha continuato il premier Conte. “Senza dubbio, il multilateralismo e la reciproca collaborazione fra Paesi sono precondizioni essenziali per avere successo, perché il virus non conosce confini né barriere. È quindi essenziale continuare a promuovere gli scambi di conoscenza, di innovazioni mediche, di soluzioni organizzative e tecniche che sono resi possibili solo attraverso il libero commercio”.

LEGGI ANCHE: Governo, da Conte nessuna apertura al ‘rimpasto’

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»