Premi AiCS 2020 ad associazioni: imprese e giornalisti con il cuore green

RIFIUTHLON
Il premio 'Scudo AiCS Ambiente' va a Sabrina Giannini e Mario Tozzi, mentre i quattro documentari selezionati diventeranno strumenti di formazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – C’è anche il Premio ‘Scudo’, che verrà conferito alla giornalista Sabrina Giannini e al geologo divulgatore Mario Tozzi in segno di sostegno per le loro inchieste ‘scomode’, tra le novità del Premio AiCS Ambiente, giunto alla terza edizione e istituito dalla commissione ambiente di AiCS (Associazione Italiana Cultura e Sport) per celebrare enti, giornalisti, associazioni e singoli cittadini che si siano spesi in maniera particolare per la sensibilizzazione al corretto rapporto dell’uomo con l’ambiente, quest’anno patrocinato dall’Ordine Nazionale dei Biologi. È fissato per mercoledì 16 dicembre alle 18 l’appuntamento con la cerimonia di consegna, guidata dal coordinatore di AiCS Ambiente, Andrea Nesi, e trasmessa in diretta Facebook (sulle pagine @AICSCommissioneAmbiente  e @Aicsdn).

IL PREMIO CONSAPEVOLEZZA

 Altra novità dell’edizione 2020, è il ‘Premio consapevolezza’, dedicato a documentari che si sono distinti per il loro contenuto ambientalista ed un linguaggio innovativo e che diventeranno strumento di formazione per i giovanissimi e gli studenti in una serie di iniziative che l’Aics organizzerà nel 2021. I quattro documentari vincitori sono: “The game changers” (i cui autori James Wilcks e Joseph Pace saranno collegati alla cerimonia di premiazione), “Kiss the ground”, “Woman of impact: changing the world” e “Rotten”.

LE ALTRE SEZIONI DEL PREMIO AICS AMBIENTE


Ma sono diverse altre le sezioni ed i rispettivi vincitori del Premio Aics Ambiente. Il Premio ‘Coinvolgiambiente’ – per l’utilizzo intelligente della comunicazione a servizio dell’educazione ambientale – all’Istituto Pangea, onlus italiana specializzata nel campo dell’educazione ambientale e della formazione professionale per i parchi e le riserve naturali. Il Premio Guerrieri dell’Ambiente – rivolto ai singoli cittadini o piccoli gruppi che si sono distinti per azioni meritevoli in ambito ambientale – va a Salvaguardiamo Bracciano, gruppo di cittadini che mantiene pulito il territorio.Il Premio Roberto Mancini – intitolato al poliziotto che per primo indagò sulla terra dei fuochi e assegnato sulla scorta delle segnalazioni pervenute dalla sua squadra – va a Bioforcetech, l’azienda che converte le acque reflue in energia pulita.
Come accennato c’è poi lo ‘Scudo AiCS Ambiente’, un segno di sostegno pubblico che AiCS Ambiente ha voluto dedicare ai giornalisti di inchiesta spesso minacciati per loro inchieste più scomode, e che quest’anno è stato assegnato a Sabrina Giannini, giornalista di Rai3 e autrice di ‘Indovina chi viene a cena’, per la sua inchiesta sull’utilizzo degli antibiotici negli allevamenti intensivi, e a Mario Tozzi, per il servizio ‘I Divoratori del pianeta’ andato in onda nel programma ‘Sapiens’. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»