Blitz dei ‘forconi’ alla Camera: “Arrestiamo Osvaldo Napoli”/VIDEO

Osvaldo Napoli passava di lì per un'intervista. Qualcuno lo riconosce e i forconi scattano. Lo afferrano, strattonano, lo vogliono 'arrestare'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Arrestiamo i politici, basta, dignità”. Una cinquantina diforconi‘ si ritrovano davanti all’entrata dei gruppi parlamentari di Montecitorio a Roma. Urlano, si agitano, sventolano il tricolore. “Basta coi politici, arrestiamoli tutti“. Ne fa le spese Osvaldo Napoli, ex parlamentare di Forza Italia. E’ lì per fare un’intervista, qualcuno lo riconosce e lo indica ai ‘forconi’ che scattano. Lo afferrano, strattonano, lo vogliono ‘arrestare’. Lui si divincola e alla fine si salva entrando nella sede dei gruppi, subito blindata dalle forze dell’ordine. Lì sull’uscio c’è Antonio Pappalardo, ex ufficiale dei carabinieri ed ex parlamentare. Parla con ‘i forconi’ e con i dirigenti delle forze dell’ordine, sembra assistere alla protesta. Il cronista chiede lumi ad uno degli indemoniati: “C’è un articolo della Costituzione che ce lo permette, permette ai cittadini di arrestare i ladri“. Sì forse in flagranza di reato… “No bisogna arrestare i politici, sono delinquenti”.


Raggiunto dal cronista Osvaldo Napoli spiega quanto gli è successo: “Sono i ‘forconi’, pazzi delinquenti, se la sono presa con me perché ero lì a fare un’intervista, ma se passava qualcun altro gli saltavano addosso. Sono delinquenti e basta”. La volevano arrestare… “Sono delinquenti, organizzati e portati lì da qualcuno. Grave che li abbiamo fatti passare, che le forze dell’ordine non li abbiamo fermati prima”. Le hanno fatto male? “No, no tutto a posto”.

(il secondo video è tratto dal canale Youtube di Daniele Cinà)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»