Rocco Siffredi: “Blasfemo citarmi in Cattedrale? Io ho tanti fan in Chiesa”

Una battuta di Gene Gnocchi ha sollevato un putiferio
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  “L’unico commento che posso fare è che ho tanti fan nella Chiesa”. Così il regista e attore pornografico, Rocco Siffredi, interpellato dall’agenzia Dire sulla polemica scoppiata nelle ultime ore che l’ha visto coinvolto indirettamente.

Il putiferio nasce da una battuta di Gene Gnocchi durante il convegno ‘Il tempo del beato Focherini e la società nella pandemia’, che si è svolto qualche tempo fa nella cattedrale di Carpi (in provincia di Modena). Il comico in quell’occasione ha tenuto un monologo sulla pandemia e ha citato proprio il noto porno attore provocando, a quanto pare, l’indignazione dei presenti alla quale è seguita un tam tam sui social. Don Ermanno Caccia, già responsabile dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della diocesi, ha parlato di atto blasfemo “tra Lambrusco, battute oscene e gli attributi di Rocco Siffredi”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»