VIDEO | Umanesimo del lavoro, il grande successo dell’undicesimo Forum delle Risorse Umane

2.800 Iscrizioni, 50 partner e 250 speaker a 11esima edizione in IULM
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – È stata nuovamente l’Università Iulm a Milano a ospitare l’11esima edizione del Forum delle Risorse umane, il principale appuntamento italiano annuale dedicato ai temi del Lavoro e del People Management organizzato da For Human Relations. Un percorso dipanato lungo 8 ore, tra talk show, workshop, executive circle, tavoli tematici, business matching, business cocktail and lunch, attraverso il quale si è cercato di condividere il futuro del lavoro, per rafforzare e costruire nuove relazioni professionali e confrontarsi con esperienze e idee che in primis valorizzino l’uomo come risorsa fondamentale all’interno delle aziende. Quasi 2.800 iscrizioni ricevute, oltre 50 partner, e 250 speaker sono i numeri che quantificano la portata dell’evento.

I TEMI AL CENTRO DEL FORUM

Il tema su cui si è incentrata questa undicesima edizione è “Il nuovo umanesimo del lavoro e delle relazioni umane“: in sostanza si è voluto fare luce non solo sui nuovi equilibri e assetti organizzativi che si stanno facendo strada nelle aziende a seguito della rivoluzione digitale ma, soprattutto, sulle opportunità che questa trasformazione offre alle organizzazioni e chi sui occupa di risorse umane che le compongono per mettere al centro del cambiamento le persone. Quest’anno Hr Forum, che si avvale dell’agenzia stampa Dire come media partner, vede, tra gli altri, la partecipazione di Edoardo Bennato, cantautore, chitarrista e armonicista, intervistato dall’autore Rai Giorgio Verdelli.

BARBERIS: “E’ IN ATTO L’INIZIO DI UNA RIVOLUZIONE UMANA”

“Si parla sempre di rivoluzione tecnologica- commenta Riccardo Barberis, amministratore delegato di ManpowerGroup Italia e uno dei principali speaker della rassegna- e a ragione: la tecnologia sta velocemente cambiando il nostro modo di stare al mondo”. Ma quella che è in atto oggi, per Barberis è anche e soprattutto “l’inizio di una rivoluzione umana”, in cui il vero valore aggiunto “non lo darà l’intelligenza artificiale, ma l’uomo che la governa” sottolinea. D’altronde, le macchine come afferma l’ad Manpower “possono fare prodigi nei calcoli dove le regole sono prestabilite, ma noi- specifica- siamo in un mercato che è velocissimo e in cui la capacità di lettura di cosa succede nel contesto esterno e l’elaborazione di quel tipo di informazioni può farla solo l’umano”.

Per Barberis nei prossimi anni il tema centrale saranno infatti le competenze. “In base a una nostra recente ricerca- ricorda- l’84% delle organizzazioni prevede di potenziare nella propria forza lavoro entro il 2020”. In questo contesto un ruolo centrale, afferma, lo avranno le cosiddette soft skill, “qualità tipicamente umane come la capacità comunicativa e il ragionamento analitico”. Tanto che “entro il 2030, la richiesta di soft skill sociali ed emotive aumenterà del 22% in Europa”. Insomma, “è l’inizio di una rivoluzione umana senza precedenti”, sottolinea in chiusura.

I PARTNER DELL’EVENTO

Main partner dell’evento è Indeed, multinazionale leader al mondo nel recruiting online, mentre gli official partner contano aziende come Adp, Axerta, Sap Concur, Poste Vita. Tra gli oltre 50 partner che hanno presenziato all’evento ci sono alcuni protagonisti del settore Hr, come Abbrevia, Dentons, Docebo, Eapitalia World, Oracle, Quadrifor, Coreconsulting, Dramis Ammirati e Associati, Giunti Psychometrics, Life Based Value, la stessa Manpower Group, Sharenow, Skilla, Visiotalent e tanti altri.

https://youtu.be/PFumOHnPKZI

HR FORUM, SABETTA: “WELFARE NEL DNA DI POSTE ITALIANE”

“È nel DNA di Poste Italiane essere presente nel Welfare inteso come funzione sociale, come funzione capillare, come funzione di vicinanza alle persone e proprio da questo siamo partiti,  dalla vicinanza ai bisogni del nostri dipendenti, per arrivare a coprire le esigenze anche dei nostri clienti”. È il pensiero di Francesca Sabetta Amministratore Delegato di Poste  Welfare Servizi, del Gruppo Posteitaliane, presente ai lavori dell’undicesimo HR Forum.

Un servizio di prossimità di Poste Italiane come spiega Sabetta “avendo cura di necessità che possono essere diverse in tutta Italia e che possono andare dal piccolo comune alla grande città. Un welfare esteso, assicurativo, sociale, della salute”, aggiunge. Insomma, spiegare la presenza al Forum per Sabetta è semplice: “le persone sono al centro delle nostre attività e l’umanesimo è connotato nella natura stessa di Poste Italiane– è la sintesi- e perciò visto che oggi si parla di umanesimo e non solo di risorse, il tema credo che sia abbastanza vicino al mondo del Welfare”. 

https://www.youtube.com/watch?v=lyN1NhZlVrI&feature=youtu.be

LIFE BASED VALUE: “LA VITA CONTIENE IL LAVORO, NON VICEVERSA”

Io non ho capito ancora bene in che momento il lavoro ha perso l’umanesimo perché il lavoro in realtà esiste per gli esseri umani ed è un mezzo: la vita contiene il lavoro, e non viceversa. È molto bello che questo boom digitale ci stia obbligando a riguardare agli esseri umani per ricordarci perché stiamo effettivamente facendo tutto questo”. La pensa così il ceo di Life Based Value.  Riccarda Zezza, intervistata a margine della undicesima edizione del Forum delle Risorse Umane, allo Iulm di Milano.

“Noi siamo quelli della vita- spiega- abbiamo un modo di apprendimento che spiega come la vita possa insegnare competenze e risorse che si possono usare anche sul lavoro”. Ecco perché Life Based Value non può mancare all’appuntamento del Forum: “Siamo qui perché le funzioni Hr delle aziende sono i nostri interlocutori e coloro che possono portare questo tipo di apprendimento in azienda”, conclude Zezza, definendo le aziende “ecosistemi fondamentali per cambiare le cose“. 

https://youtu.be/dCHw6EMhqjU

GUSMINI (MEDIOLANUM): “SI DARÀ SEMPRE PIÙ SENSO ALLE AZIONI DELLE PERSONE”

“Dare un senso alle persone per quello che fanno farà veramente la differenza laddove invece la tecnologia tenderà a prevalere soprattutto nei processi”. Lo dice Antonio Gusmini, direttore HR di Banca Mediolanum, a margine della dell’undicesima edizione del Forum delle Risorse Umane, in scena all’università Iulm di Milano. Un evento a cui Banca Mediolanum presenzia proprio per “imparare a condividere” i valori dell’azienda “che- chiude Gusmini- da sempre mette la persona al centro”. 

https://youtu.be/0QooNtS9m5U

SCUOLA SANT’ANNA: “FORMAZIONE SÌ, MA CONSAPEVOLE”

“Nella formazione continua la parola chiave è reskilling, perché quello che noi come Università consegnamo al mondo delle aziende sono persone magari formate, ma poco consapevoli delle cicatrici e delle medaglie che andranno a conquistarsi sul campo”. Ad affermarlo è il direttore del Master Mind alla Scuola Sant’Anna di Pisa Alberto Di Minin, a margine dei lavori dell’undicesima edizione del Forum delle Risorse Umane, allo Iulm di Milano.

“Quello che noi vogliamo fare insieme ai nostri partner della Standord University- spiega Di Minin- è provare a rinnovare il nostro master in management e innovazione a Firenze facendolo diventare Executive. Un corso di un anno è mezzo in cui diamo delle idee su cui riflettere e degli strumenti per diventare gli attori del cambiamento”, conclude il rappresentante della Sant’Anna. 

https://youtu.be/SBLOinz10Dc

INDEED: “AL LAVORO BISOGNA DARE UN’ESPERIENZA UMANA INTERESSANTE”

“Noi abbiamo fatto un’indagine in Italia intervistando una serie di persone che lavorano in un gran numero di aziende e queste persone hanno dichiarato di spendere il 78% del loro tempo nell’ambiente lavorativo. Se vogliamo far sì dunque che queste persone siano soddisfatte e contente dobbiamo dargli un’esperienza umana interessante”. Lo afferma il director di Indeed Italia Dario D’Odorico, a margine dell’undicesima edizione del Forum delle Risorse Umane, di scena allo Iulm di Milano. “È per me come Indeed un grande piacere essere qui come sponsor, è il secondo anno”, sottolinea D’Odorico, che ricorda come dallo scorso 1 ottobre Indeed abbia aperto “il primo ufficio italiano- conclude- pur essendo presenti in Italia come motore di ricerca da una decina d’anni”.

https://youtu.be/VeZfHEYeLSw

WOOLRICH: “LAVORATORE CERCA SEMPRE PIÙ IDENTITÀ CON AZIENDA”

“Di sicuro quello delle persone nell’ambito delle imprese è un futuro in cui si cerca sempre più un’identificazione di valori con l’azienda” e cercando di dare un contributo attivo. “Un futuro molto diverso dal passato in cui i lavori venivano affidati, insegnati, ora l’approccio è diverso”. È l’analisi di Mauro Prestopino, direttore delle risorse umane di Woolrich, raccolta a margine del Forum delle Risorse Umane, a Milano.

“C’è un forte cambiamento- ammette Prestopino- e si vedono già i barlumi di quello che sarà il futuro come si vedono altri aspetti legati al passato. Noi siamo qui per testimoniare che questo cambiamento passa anche attraverso Woolrich”.

https://youtu.be/2LyoogpQmQc

PHILIPS: “NOSTRA TECNOLOGIA PUÒ DARE VALORE ALLA SANITÀ”

“Philips si occupa di persone, salute e benessere un settore in cui la tecnologia sta portando tantissimo cambiamento e tantissime opportunità ai bisogni che la sanità sta dando. La nostra tecnologia può portare al mondo della sanità a un valore importante perché permette alle strumentazioni di essere sempre meno fini a se stesse e a interagire sempre più con il mondo dei gig data”. Sono le dichiarazioni del responsabile del personale Philips Italia Livio Zingarelli, raccolte durante i lavori dell’undicesima sessione del Forum delle Risorse Umane. La tecnologia e l’umanesimo a detta di Zingarelli si sposano “nel momento in cui l’umanesimo permette di gestire il cambiamento che la tecnologia porta in modo radicale discontinuo e- conclude- a una velocità sempre superiore”. 

https://youtu.be/1KiwFJmcTAs

 DENTONS: “NUOVI ORIZZONTI SONO GIÀ REALTÀ”

“I nuovi orizzonti sono già le nuove realtà, nel senso che siamo passati da un periodo in cui c’era la massa che lavorava e c’erano le grandi fabbriche a dei sistemi dove uno solo può cambiare lo sviluppo economico di un’impresa”. Lo dichiara il Partner dello studio legale Dentons Davide Boffi, intervistato a margine dell’undicesima edizione del Forum delle Risorse Umane. “Noi siamo il più grande studio legale del mondo e per forza oggi dovevamo essere presenti- sottolinea- io in particolare, perché mi occupo di diritto del lavoro con focus sulle nuove tecnologie e sulle nuove frontiere, quindi il nostro posto è qui”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»