Digitale, un settore da 24 miliardi di euro: in crescita del 3,8%

Noovle: "Sanita', turismo e trasporti, il futuro 'Smart' è già qui"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print





Precedente
Successivo

ROMA – Sanità. Turismo. Trasporti. Sono tre dei principali settori dove l‘innovazione tecnologica può fare la differenza già oggi, creando servizi allineati con le esigenze degli utenti e contribuendo alla crescita dell’intero ecosistema di imprese e pubbliche amministrazioni. Un cambiamento epocale quello portato dalla tecnologia e dalla digitalizzazione che può migliorare la vita di tante persone. E’ su queste nuove frontiere che Noovle, azienda di consulenza Ict (tecnologie dell’informazione e della comunicazione), specializzata nella fornitura di progetti cluod complessi, accende i riflettori con il convegno ‘Strategie per la crescita digitale del sistema Paese’.

I TEMI AL CENTRO DEL CONVEGNO

In questa quarta edizione (‘Servizi senza frontiere’) l’obiettivo è quello di approfondire in che modo gli effetti della digitalizzazione si riflettano nell’ecosistema dei servizi, facendo nascere nuove opportunità di sviluppo e migliorando la qualità della vita delle persone.

Intelligenza artificiale, realtà virtuale e aumentata, machine learning, internet of things: non sono solo i ‘trend’ tecnologici del momento, ma i fattori abilitanti per una nuova industria, capace di ridisegnare l’intero sistema produttivo italiano con ricadute anche sulla società, perché valorizzano le risorse del territorio e rendono i servizi ‘smart’.

VANNUZZI: “CREARE UN MODELLO DI SVILUPPO RETICOLARE A FAVORE DEL CITTADINO”

“Il tentativo- spiega Paolo Vannuzzi, presidente di Noovle- è quello di favorire il rapporto tra i diversi enti istituzionali e l’interazione con gli attori economici per contribuire alla creazione di un modello di sviluppo reticolare che migliori la qualità della vita dei cittadini e la fruizione delle risorse del nostre territorio e del patrimonio artistico-culturale”.

LE NUOVE FRONTIERE DELLA TECNOLOGIA DIGITALE

Nel settore della sanità si pensi alla cartella clinica elettronica, alla telemedicina, agli interventi in telechirurgia; ai braccialetti per il ‘controllo’ a distanza tra medico e paziente. Il turismo anche è un settore sempre più ‘smart’: l’acquisto dei pacchetti vacanze, l’organizzazione di viaggi di lavoro o di svago avviene ormai quasi esclusivamente tramite computer o addirittura smartphone. Infine, il settore dei trasporti: la tecnologia permette di pagare i pedaggi, prenotare auto o bici in sharing, usufruire del trasporto pubblico, può arrivare a regolare e smaltire il traffico. Il comparto Ict vale oltre 24,2 miliardi di euro (+3,8% rispetto al 2018).

DE CAMPO: “GLI ECOSISTEMI DIGITALI INTELLIGENTI AMPLIANO E SEMPLIFICANO L’OFFERTA DEI SERVIZI PER I CITTADINI”

“Gli ecosistemi digitali intelligenti- sostiene Piergiorgio De Campo, direttore generale Noovle- sono una delle chiavi per innescare un circolo virtuoso di contaminazione tra tradizione e innovazione, generando valore con le tecnologie disruptive come AI, cloud, IoT o realtà aumentata grazie alla loro capacità di ampliare l’offerta di servizi ai cittadini e renderli sempre più semplici e personalizzati”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»