Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

La gogna web per Lara Comi non risparmia il padre malato, lei risponde: “Terribili”

Lara Comi 36 anni, e' stata posta ai domiciliari con l'accusa di finanziamento illecito e truffa al bilancio dell'Unione europea
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Da enfant prodige di Forza Italia, astro nascente degli azzurri in Europa, a simbolo suo malgrado di una nuova era delle tangenti: le mazzette millennial. Lara Comi 36 anni, e’ stata posta ai domiciliari con l’accusa di finanziamento illecito e truffa al bilancio dell’Unione europea, reati che avrebbe realizzato grazie a un giro di finte consulenze.

“Forza papa’. Combatteremo insieme”, ha scritto nel suo ultimo post su facebook, due giorni fa. Per una straziante coincidenza, mentre i media diffondevano la notizia dell’arresto, il padre di Comi entrava in sala operatoria per un delicato intervento chirurgico.

Un particolare che non ha dissuaso oltre 600 persone dal commentare, proprio in calce a quel post, con messaggi di giubilo gli arresti della ex parlamentare. La maggioranza chiede pene esemplari, e si stupisce perche’ proprio lei sia stata colta in fallo.

Cosi’ Paolo Terranova: “Mamma come godo, quell’aria da saccentina e maestrina che bacchettava tutto e tutti con la vocina vagamente stridula”. Altri fanno esplicito riferimento alle condizioni di salute del padre. Simone Pittaluga ad esempio, scrive: “Sarà orgoglioso il papà della tua onestà”. E Paola Altamura dice che Comi “e’ degna del suo padre politico putativo…”.

Le immagini di Mourinho che fa il simbolo delle manette o Michael Jackson che mangia i pop corn, o ancora le cassette di arance. La gogna mediatica fa sfoggio di fantasia.

Qualche sparuto commentatore ricorda il capisaldo del garantismo: nessuno e’ colpevole fino a giudizio definitivo. Ma e’ uno sforzo vano: “Un altro che crede alle favole, ma svegliati”, commenta Marzio Socrates.

Qualcuno arriva a vedere addirittura la premeditazione. Come Micol Terzaghi: “Ottima tattica quella di buttarla sul personale e patetico alla vigilia dell’arresto… Qui siamo oltre il cinismo e la scaltrezza. Complimenti”.

Diciotto ore prima, la stessa Comi era intervenuta nella discussione con un commento di una sola parola, “terribili”, rispondendo a chi la confortava per i “momenti tristi” che stava vivendo a causa della malattia del padre. Neanche questo e’ bastato a fermare gli odiatori del web. Augusto Delle Cese commenta infatti: “Dio c’e’!”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»