In Sardegna in arrivo un milione di euro per il parco di Gutturu Mannu

Lampis: "Risorse per potenziare e adeguare i servizi turistici"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Risorse in arrivo dalla giunta per il Parco regionale di Gutturu Mannu, nel Sud Sardegna. Nell’ambito del Programma regionale di sviluppo, realizzato con le risorse del Por fesr 2014-20, è stato riservato un finanziamento di un milione di euro per il parco che si estende nel territorio di dieci comuni: Assemini, Capoterra, Domus de Maria, Pula, Santadi, Sarroch, Siliqua, Teulada, Uta e Villa San Pietro.

“È un programma che viene attuato nelle aree protette regionali, parchi, aree marine, ‘siti Natura 2000’, finalizzato alla valorizzazione degli attrattori naturali che rappresentano una leva per lo sviluppo dei territori e per la competitività del sistema turistico- spiega l’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis-. Devono, perciò, essere potenziati e adeguati i servizi turistici e le strutture che favoriscono una fruizione sostenibile delle aree protette, oltre alla sistemazione ed al potenziamento dei centri visite, centri informazioni o di orientamento”.

La dotazione finanziaria complessiva del programma “Potenziare le politiche forestali e sviluppare il sistema delle aree protette”, spiega l’assessorato, è di 21 milioni e 157.000 euro ed ha come beneficiari nove aree protette: quattro parchi regionali (Parco di Porto Conte, Parco di Molentargius-Saline, Parco di Tepìlora, Parco di Gutturu Mannu) e cinque Aree marine protette (Penisola del Sinis-Isola di Mal di Ventre, Tavolara-Punta Coda Cavallo, Capo Carbonara, Capo Caccia-Isola Piana, Isola dell’Asinara). Un finanziamento è previsto anche per gli interventi nelle aree dei Sic Catena del Marghine Goceano, Monte Linas-Marganai e Supramonte di Oliena, Orgosolo e Urzulei-Su Suercone.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Novembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»