Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Bonisoli: “Oggi firmerò decreto su film prima in sala e poi sulle piattaforme”

Il ministro dei Beni e delle Attività culturali, Alberto Bonisoli, dalla Camera di commercio, annuncia anche la stagione estiva del cinema
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Condividi l’articolo:

ROMA – “Oggi firmerò un decreto che regola la finestra di tempo in base a cui i titoli cinematografici potranno essere offerti in sala e poi nelle varie altre piattaforme. È importante assicurare a chi gestisce una sala cinematografica la tranquillità nel programmare le proiezioni dei film senza correre il rischio che siano in contemporanea con altre piattaforme e poter sfruttare appieno l’investimento”. Lo ha annunciato il ministro dei Beni e delle Attività culturali, Alberto Bonisoli, in un video di saluto inviato alla Camera di commercio di Roma in occasione della presentazione del rapporto Agis-Confcommercio ‘Eventi culturali e di spettacolo: un impatto importante sull’economia del territorio’.

BONISOLI: PROSSIMA SARÀ PRIMA VERA ESTATE CINEMA

“Con i distributori e i produttori cinematografici stiamo lavorando per far sì che la prossima sia la prima vera estate del cinema italiano. Titoli molto importanti, veri e propri blockbuster, saranno visibili in sala dal mese di agosto, in modo da aiutare i proprietari delle sale ad avere una programmazione su più mesi e non più quel grosso buco di programmazione che c’è oggi, quando in estate ci sono pochi titoli”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»