Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Dopo dieci anni si separano Lupo e Nicolai, coppia dei record nel beach volley

Paolo Nicolai e Daniele Lupo foto da facebook della Federazione Italiana Pallavolo
I due atleti hanno disputato insieme 105 gare internazionali, vinto una medaglia olimpica, tre titoli continentali, tre nazionali e ottenuto 22 podi nel world tour: "Abbiamo sentito l'esigenza di provare qualcosa di nuovo"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dopo dieci anni, 105 appuntamenti internazionali di beach volley, una medaglia olimpica, tre titoli continentali, tre titoli nazionali, 22 podi nel world tour (3 primi posti, 9 secondi, 10 terzi posti) si separano le strade di Daniele Lupo e Paolo Nicolai.

La coppia dei record e più vincente (prima a vincere un torneo del World Tour, prima a vincere un titolo Europeo maschile, prima a conquistare una medaglia olimpica, prima a partecipare a tre Olimpiadi, prima a conquistare la posizione numero 1 del ranking mondiale) della storia del beach volley italiano, dunque, volta pagina. I due atleti dell’Aeronautica Militare hanno disputato il loro ultimo torneo in coppia a Cagliari dove sono stati impegnati nelle Sardinia Beach Finals chiudendo la loro invidiabile carriera assieme al quarto posto.

Da quel lontano aprile del 2011 quando esordirono all’Open di Brasilia, Daniele e Paolo si sono resi protagonisti di un percorso di coppia universalmente riconosciuto come uno dei più importanti e longevi a livello planetario, regalando a loro stessi, ai fans, al beach volley tricolore e alla Federazione Italiana Pallavolo un’incredibile serie di successi e soddisfazioni, segnando sostanzialmente uno spartiacque nella storia nazionale della disciplina.

“Quello che Daniele e Paolo hanno fatto per il nostro beach volley- ha dichiarato il presidente federale Giuseppe Manfredi– è qualcosa di straordinario che rimarrà per sempre. Credo di poter parlare anche a nome dei presidenti che mi hanno preceduto quando affermo che saremo sempre loro riconoscenti per le incredibili gioie che ci hanno regalato. La FIPAV è orgogliosa di aver avuto una coppia di straordinario valore come Lupo-Nicolai. È chiaro che una scelta simile da una parte ci rattrista, ma nello sport bisogna sempre guardare avanti. Se i ragazzi hanno reputato che questa sia la scelta più giusta per i loro rispettivi percorsi non possiamo far altro che rispettarla e prenderne atto. Auguro a Daniele e Paolo le migliori fortune e un enorme in bocca al lupo per il prosieguo delle loro straordinarie carriere”.

Per Paolo Nicolai “non è stato facile prendere questa decisione, ma come in ogni rapporto lavorativo che si rispetti, dopo tanti anni assieme abbiamo sentito l’esigenza di provare qualcosa di nuovo. È semplicemente una questione di motivazioni con l’obiettivo di fare ancora meglio, se possibile. La stima e l’amicizia che mi legano a Daniele rimarranno invariate. Come ho già avuto modo di dichiarare in altre occasioni esiste un prima e dopo Lupo-Nicolai e proprio Lupo-Nicolai è il nome di una squadra composta sì da due atleti, ma che ha un senso ben più ampio; con questo voglio dire che è necessario e doveroso ringraziare Matteo (Varnier, ndr), Ettore (Marcovecchio, ndr), Caterina (De Marinis, ndr) e Alberto (Di Mario, ndr). Tutto quello che abbiamo fatto è stato anche merito loro”.

Secondo Daniele Lupo “quello con Paolo è stato un bel viaggio, siamo cresciuti assieme come atleti e come uomini; il nostro è stato un progetto tecnico e sportivo davvero interessante che è risultato essere valido. Ora voltiamo pagina e ci buttiamo a capofitto in qualcosa di nuovo. Ovvio che dopo tanti anni mi dispiace, ma andiamo oltre perché abbiamo davanti a noi nuove sfide. Auguro a Paolo le migliori fortune”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»