Teatro Tram, dal 16 al 25 ottobre in scena ‘Primo sangue’: storia di sport, famiglia e sfide irrisolte

Posti dimezzati per garantire il distanziamento sociale: 30 spettatori a sera per assistere in sicurezza allo spettacolo di Mirko Di Martino
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – La stagione 2020/2021 del Teatro Tram di Napoli riparte, dopo lo stop imposto dall’emergenza coronavirus, con lo spettacolo di Mirko Di Martino ‘Primo Sangue’ in scena dal 16 al 25 ottobre.
Come già annunciato, i posti disponibili per assistere agli spettacoli sono stati dimezzati per consentire il distanziamento sociale: trenta gli spettatori che ogni sera potranno calarsi nella storia di sport, famiglia e sfide irrisolte con cui il regista e direttore artistico del Tram Mirko Di Martino ha deciso di debuttare, con il dichiarato intento di “provare a resistere” nonostante “le istituzioni siano assenti” ma contando sul “calore della nostra comunità” di appassionati e amanti della cultura.

In scena, con l’interno del teatro trasformato in una sala d’arme e il pubblico disposto lungo i due lati della pedana, ci saranno Orazio Cerino e Errico Liguori ad interpretare i due fratelli e campioni di scherma Edo e Aldo, ritornati a casa dopo la spiacevole notizia della morte dichiarata imminente del padre. Una vita fatta di sport e di successi vissuti sempre insieme la loro, fino a quando, 12 anni prima, durante la finale del campionato italiano da disputare uno contro l’altro, Edo decide di abbandonare il match e allontanarsi dal fratello e da suo padre.
Cosa sarà accaduto? E soprattutto, ora che si ritroveranno in quella stessa palestra in cui avevano trascorso il tempo ad allenarsi duramente, sarà arrivato per loro il momento della resa dei conti? Questi e tanti altri interrogativi troveranno risposta a partire da venerdì 16 ottobre alle 21 nella sala di via Port’Alba che ospita il Teatro Tram di Napoli.

LEGGI ANCHE: Torna il Teatro Tram di Napoli con spettacoli innovativi e posti dimezzati

Foto Valentina Cosentino

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»