“Nominare subito nuovo Garante nazionale infanzia, in questo momento i minori meritano massima attenzione”

Filomena Albano ha cessato il suo incarico e i Garanti regionali per l'Infanzia sollecitano Casellati e Fico a nominare al più presto il suo successore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Sia nominata al più presto nominata l’Autorità nazionale garante dell’infanzia dopo la fine dell’incarico di Filomena Albano, che ha scelto di rientrare in magistratura. A chiederlo, in una missiva indirizzata alla presidente del Senato, Elisabetta Alberta Casellati e al presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, sono i Garanti dell’infanzia e adolescenza delle Regioni. E con loro anche il presidente di Unicef.

“FARE PRESTO IN QUESTO MOMENTO DI EMERGENZA SANITARIA”

“Illustrissimi Presidenti, alla luce dell’ultima nota dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, in cui comunica la fine del proprio incarico per rientrare nel ruolo organico della magistratura- scrivono i Garanti- e condividendone in pieno le preoccupazioni in questo momento in cui l’emergenza sanitaria evidenzia l’importanza del ruolo dell’Autorità e l’esigenza di assicurare la piena attuazione ai diritti dei minori, in qualità di Garanti che presidiano i vari territori chiediamo con un urgenza che si provveda alla nomina”.

“BAMBINI E ADOLESCENTI SIANO AL CENTRO DELLE DECISIONI DELLA POLITICA”

Continuano: “A tal fine, forti della esperienza maturata, in questo difficile momento è necessario che i bambini e gli adolescenti siano posti al centro delle scelte si da garantire una risposta ai tanti studenti che affrontano ogni giorno le conseguenze della pandemia o ai minorenni con disabilità, a quelli che vivono in condizione di disagio nonché ai minorenni migranti”.

“Queste motivazioni- scrivono ancora i Garanti ai Presidenti di Camera e Senato- ci indicano come la scelta della prossima Autorità, come peraltro previsto dalla Legge istitutiva, debba ricadere tra persone di notoria indipendenza, di indiscussa moralità e di specifiche e comprovate professionalità, competenza come ad esempio i Garanti per l’Infanzia e Adolescenza Regionali presenti e già attivi sul territorio nazionale”.

UNICEF A FIANCO DEL GARANTI

Ha condiviso la lettera dei Garanti il Presidente dell’Unicef Italia Francesco Samengo, che ha voluto unirsi all’appello: “Condivido pienamente l’appello dei Garanti dell’Infanzia: è indispensabile che sia nominata subito l’Autorità nazionale garante per l’infanzia e l’adolescenza. Mi appello al senso delle Istituzioni del presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e della presidente del Senato, Elisabetta Alberta Casellati perchè al più presto si arrivi a nominarla e che nella scelta venga privilegiata la giusta professionalità che si conviene per svolgere questa funzione”.

E insieme a lui anche Antonio Marziale, già Garante dell’Infanzia e dell’adolescenza della Calabria, e Massimo Pagani, già Garante dell’infanzia e dell’adolescenza della Lombardia, che hanno aggiunto: “Avendo letto la lettera che i Garanti, colleghi in carica, hanno presentato la sposiamo perchè i tempi che stiamo vivendo impongono presto un riferimento che sia capace di raccogliere i bisogni dei bambini e degli adolescenti. Sul fronte della salute e della scuola, come anche su altri fronti, hanno bisogno di godere di priorità nell’agenda politica e isituzionale del Paese. Sosteniamo quindi questo loro appello”.

La missiva ai Presidenti di Camera e Senato è stata sottoscritta da: Garante della Regione Abruzzo Garante Regione Basilicata Garante Regione Campania Garante Friuli Venezia Giulia Garante Regione Lazio Garante Regione Marche Garante Regione Molise Garante Regione Puglia Garante Regione Sardegna Garante Regione Toscana.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»