Sequestrata Villa Bianca a Porto Cervo, coinvolto anche ex segretario Fifa

La villa di lusso è al centro di un caso di corruzione legato ai diritti tv
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CAGLIARI – Sigilli dal comando provinciale della Guardia di finanza di Sassari, per una residenza di lusso a Porto Cervo, in Costa Smeralda.

Le Fiamme gialle hanno sequestrato “Villa Bianca”, una residenza dal valore di circa sette milioni di euro, che appartiene a una società internazionale di compravendita di beni immobili, al momento però nella disponibilità di Jerome Valcke, ex segretario generale della Fifa.

Nell’inchiesta, oltre a Valcke, è coinvolto Nasser Al-Khelaifi, attuale presidente del Paris Saint-Germain: la residenza sequestrata costituirebbe secondo gli inquirenti il “mezzo corruttivo” utilizzato dall’imprenditore qatariota nei confronti dello stesso Valcke, per acquisire i diritti televisivi dei campionati mondiali Fifa per gli anni 2018/2030.

Il provvedimento, disposto dalla Corte di appello di Cagliari ed eseguito dai militari del nucleo di Polizia tributaria di Sassari, giunge al termine di indagini condotte dalla polizia svizzera, avviate nel marzo 2017 ed a seguito di specifica rogatoria internazionale.

Oltre al sequestro dell’immobile, i finanzieri hanno eseguito diverse perquisizioni e audizioni nei confronti dei soggetti che a vario titolo sono riconducibili alla società proprietaria, con l’acquisizione di fascicoli, documenti e materiale informatico e telematico relativi all’acquisto della villa. Si cercherà di quantificare il reale prezzo di vendita della residenza, per un acquisto che al momento vede coinvolte otto persone fisiche e cinque società. L’operazione, che ha coinvolto quattro Paesi della comunità europea -Francia, Grecia, Italia e Spagna- ha visto come parte attiva Eurojust, Unità europea di cooperazione giudiziaria.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»