Audrey Hepburn immagine ufficiale della 12esima edizione della Festa del Cinema

Roma - La grazia e l'eleganza di una delle interpreti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Roma – La grazia e l’eleganza di una delle interpreti piu’ amate di tutti i tempi, Audrey Hepburn, sono protagoniste dell’immagine ufficiale della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma presieduta da Piera Detassis, con la direzione artistica di Antonio Monda.

Lo scatto realizzato dal fotografo David Seymour riproduce l’attrice durante le riprese del film Funny Face (1957).

La Festa del Cinema rende cosi’ omaggio alla pellicola firmata dal premio Oscar Onorario Stanley Donen, che festeggia nel 2017 il sessantesimo anniversario dall’uscita in sala, e a un genere, quello del musical, che attraversera’ quest’anno l’intera manifestazione: i titoli che andranno a comporre il programma della rassegna ‘I film della nostra vita’ saranno infatti scelti in quest’ambito.

Inoltre, prima di ogni proiezione della prossima Festa del Cinema, gli spettatori potranno assistere a brevi pillole dei musical piu’ celebri ed evocativi.

“Poche attrici comunicano un’idea di grazia e raffinatezza come Audrey Hepburn- ha detto Antonio Monda- Ritengo che sia un simbolo perfetto della Festa che stiamo cercando di costruire, in particolare in questa immagine piena di gioia ed eleganza”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»