Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Per il Ferragosto milanese 2.500 pasti ai bisognosi dalla Fratelli di San Francesco d’Assisi

Fratelli di San Francesco d'Assisi
Attività ricreative e un "menù goloso" per tutte le persone accolte nelle strutture
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Saranno 2.500 i pasti preparati per Ferragosto all’insegna del buonumore e del cibo condiviso dalla Fratelli di San Francesco d’Assisi per tutte le persone accolte nell’estate milanese, grazie all’impegno dei volontari.

Nel pomeriggio, per gli adulti ma soprattutto per i minori ospitati dalle strutture, verranno organizzate attività ricreative all’aperto come il tiro alla fune e giochi vari, a partire dagli immancabili gavettoni che tanto divertono i ragazzi.

“La fame non si prende neppure un giorno di vacanza, e noi nemmeno” scherza Fratel Clemente, direttore della Fratelli di San Francesco. “Abbiamo preparato un menù goloso nelle nostre mense con, a pranzo: lasagne, insalata di pasta, pesce al forno, verdure, gelato; mentre per cena verrà servita dai nostri volontari pasta al pesto, vitel-tonnè, frutta fresca”, sorride Fratel Clemente, che aggiunge che non mancherà la tradizionale anguriata nel pomeriggio.

“Come sempre dobbiamo ringraziare coloro che ci sostengono regalandoci le derrate alimentari con le quali, grazie al nostro staff di cucina e ai volontari, riusciamo a sfamare tutti”. Non lasciamo soli i fragili di cui ci occupiamo quotidianamente- spiega Fratel Clemente- perché il momento delle feste è sempre delicato, ci si sente ancora più soli e invece con noi desideriamo che si sentano tutti in famiglia”.

Nell’ultimo anno la Fratelli di San Francesco ha distribuito 1.115.031 pasti, fornito 3.704 posti letto, effettuato 41.792 visite mediche e 8.945 interventi odontoiatrici e “siamo intervenuti con la nostra Unità mobile notturna su 34.821 casi, ma soprattutto abbiamo consegnato oltre 7.600 pasti agli anziani che, proprio d’estate restano soli” conclude Fratel Clemente.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»