Coronavirus Campania, hotel La Sonrisa non fornisce elenchi

Nel comune insiste una mini zona rossa per un focolaio registrato nell'hotel dove viene registrato il programma tv 'Il Castello delle Cerimonie'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI –  L’unita’ di crisi della Regione Campania invita la struttura ricettiva La Sonrisa di Sant’Antonio Abate (Napoli) a fornire “gli elenchi e indicazioni precise sui partecipanti ai vari eventi, feste e iniziative di qualsiasi tipo, che si sono svolte nelle ultime settimane. È urgente e necessario”. Nel comune insiste una mini zona rossa per un focolaio registrato nell’hotel dove viene registrato il programma tv ‘Il Castello delle Cerimonie’. “Finora – si legge in una nota della task force – e’ stato possibile ricostruire i contatti per sole poche decine di partecipanti. Della mancata esibizione degli elenchi e’ stata gia’ informata l’autorita’ giudiziaria”. Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha inoltre invitato la direzione dell’Asl a “richiedere ufficialmente l’impegno diretto e immediato delle forze dell’ordine affinche’ vengano forniti gli elenchi di quanti hanno partecipato agli eventi per poter procedere all’individuazione tempestiva di eventuali altri contagi e perche’ vengano perseguiti comportamenti irresponsabili che vanno oltre il tollerabile”.

LEGGI ANCHE: Zona rossa a Napoli, cluster in due alberghi: uno è il Castello delle Cerimonie

ALTRI 4 POSITIVI IN ZONA ROSSA SANT’ANTONIO ABATE

Nella zona rossa istituita a Sant’Antonio Abate sono stati sottoposti a tampone negli ultimi due giorni oltre 400 cittadini. Lo comunica l’unita’ di crisi della Regione Campania. Di questi, al momento, sono risultati positivi altri 4 abitanti nella strada posta in quarantena, che si aggiungono ai casi registrati nei giorni scorsi. Gli attualmente positivi sono oltre 30. Da questa mattina sono state attivate nel Comune di Sant’Antonio Abate 15 postazioni per sottoporre a tappeto ai test rapidi l’intera popolazione che conta circa 20mila abitanti. Tra oggi e domani, assicurano dalla task force regionale, l’intero screening di massa sara’ completato.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»