Gran Sasso, recuperati escursionisti che avevano sbagliato strada

La mancanza di orientamento e il maltempo arrivato all’improvviso li ha messi in difficoltà
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Avrebbero voluto visitare il Museo Centro per le Acque di Isola Del Gran Sasso, hanno però dovuto ripiegare su una escursione, ma la mancanza di orientamento e il maltempo arrivato all’improvviso li ha messi in difficoltà. È successo a una coppia di escursionisti romani sulla settantina, che dopo aver abbandonato l’idea di visitare il museo per il giorno di chiusura, hanno poi deciso di fare una escursione fino alle cascate del Ruzzo, attraverso uno dei sentieri che da lì si aprono. Fin da subito si sono però incamminati in un’altra direzione, verso Piane del Fiume, in località Pretara, probabilmente seguendo una segnaletica diversa da quella del sentiero e rappresentata da una serie di simboli che i Carabinieri Forestali tracciano per il censimento degli alberi. Dopo essersi aggirati nel bosco per circa tre ore e sorpresi dal maltempo, hanno quindi preferito allertare i Soccorsi: prima i Carabinieri e poi, tramite il numero unico di emergenza 118, il Soccorso Alpino e Speleologico. Grazie alle coordinate gps, che con Whatsapp sono state inviate ai soccorritori, i due escursionisti sono stati localizzati, raggiunti con il fuoristrada di servizio e accompagnati fino alla loro auto.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»