Ripresi i voli per Hong Kong, Wong: “Scusate disagi, lottiamo per la libertà”

Attivista: _"Chiediamo pacificamente risposte a nostre cinque richieste"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I voli in partenza da Hong Kong sono ripresi da alcune ore, dopo due giorni di stop dovuti al sit-in per la democrazia all’interno dell’aeroporto.
Le autorità cinesi oggi hanno condannato la protesta accusando i manifestanti di aver assalito due cittadini cinesi e paragonando le azioni dei dimostranti ad atti di terrorismo. Il ‘South China Morning Post’ riferisce di un’ingiunzione per vietare ulteriori manifestazioni in tutte le aree dello scalo, ad eccezione di due terminal.
“A tutti i giornalisti, sanitari, lavoratori dell’aeroporto e passeggeri colpiti, vogliamo esprimere le nostre scuse più profonde per inconvenienti e disagi” ha scritto su un social network l’attivista Joshua Wong, esprimendo un messaggio già trasmesso dai cartelloni fotografati dalla stampa internazionale durante il sit-in. “Le nostre manifestazioni vogliono suscitare pacificamente la consapevolezza della comunità globale, così come la risposta del governo di Hong Kong alle cinque richieste del suo popolo- ha scritto inoltre- I leader mondiali devono agire per Hong Kong. Per favore, chiedete a Pechino di non mandare militari a reprimere i cittadini di Hong Kong che combattono per la libertà e le libere elezioni”.

LEGGI ANCHE

Hong Kong, Bachelet (Onu): “Indagare ora su abusi forze sicurezza”

Oltre un mese fa, il movimento ha avanzato cinque richieste: il ritiro totale della legge sulle estradizioni da Hong Kong verso la Cina, le dimissioni del capo dell’esecutivo Carrie Lam, una revisione da parte del governo della sua posizione nei confronti degli scontri violenti, e in particolare della loro definizione come ‘rivolte’, un’inchiesta indipendente sulle azioni della polizia e la liberazione di tutte le persone arrestate durante gli scontri.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

14 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»