Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Emilia Romagna, M5s: “Via olio di palma da mense e ospedali”

La richiesta è che alcuni cibi siano al più presto sostituiti con alimenti non 'a rischio'
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ospedaleBOLOGNA  – Al Movimento 5 stelle continuano ad arrivare segnalazioni di pazienti ricoverati negli ospedali dell’Emilia-Romagna “sulla presenza dell’olio di palma tra gli ingredienti degli alimenti somministrati nei reparti. Segnalazioni che ci lasciano perplessi tanto più quando arrivano da degenti dei reparti di cardiologia”, sottolinea la consigliera regionale dei pentastellati Giulia Gibertoni.

Dell’olio di palma “si è molto discusso e si discute per la sua alta concentrazione di grassi saturi, fattore di rischio per la malattie cardiovascolari e non solo”, ricorda la grillina citando anche l’Autorità sull’alimentazione, l’Efsa, e i suoi studi sul fatto che la lavorazione dell’olio di palma ad alte temperature porterebbe “inoltre alla produzione di sostanze potenzialmente tossiche. In presenza di tante alternative, farebbe quindi pensare ad una leggerezza -che poteva essere evitata facilmente- ritrovarlo addirittura somministrato proprio a chi temporaneamente non può decidere della propria alimentazione perché in degenza e, in quanto paziente, si affida totalmente al nostro servizio sanitario”.

Se le cose stanno davvero così, per Gibertoni c’è una contraddizione stridente con i tanti sforzi decantati dalla Regione per la prevenzione delle fasce più a rischio (anziani, bambini, ipertesi, pazienti con pregressi eventi cardiovascolari) da tutelare “con alimenti e materie prime in linea con le precauzioni sanitarie più attente”. Per cui, con una interrogazione, il M5s chiede “che gli alimenti che contengono olio di palma presenti nei nostri reparti ospedalieri siano al più presto sostituiti con alimenti non ‘a rischio’. E che la prevenzione esca dalle brochure ed entri di fatto nei nostri reparti a partire dai dettagli”.

LEGGI ANCHE

Italia invasa dall’olio di palma, +19% delle importazioni

Greenpeace denuncia i giganti dell’olio di palma per gli incendi nel Borneo

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»