hamburger menu

Di Battista e il post contro “i culi flaccidi e le facce da deretano”

L'ex M5S attacca chi "si appella al senso di responsabilità e al rispetto delle istituzioni". E sul governo Draghi: "Non sono così sicuro della sua caduta"

Pubblicato:14-07-2022 18:24
Ultimo aggiornamento:14-07-2022 20:32
Canale: Politica
Autore:
alessandro di battista
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – “Si appellano al senso di responsabilità quelli che, negli ultimi anni, sono stati responsabili solo del loro culo, tra l’altro flaccido come la loro etica. Parlano di rispetto delle Istituzioni coloro i quali, soprattutto nell’ultimo anno e mezzo, hanno violentato la massima Istituzione del Paese, il Parlamento, togliendogli ogni dignità”. Così Alessandro Di Battista, ‘grillino’ di riferimento dei duri e puri del Movimento, su Facebook, dopo il non voto del M5S in Senato al dl Aiuti.

LEGGI ANCHE: Conte se la prende con il Pd: per il presidente M5S la crisi è colpa dei dem

E soprattutto, prosegue ‘Dibba’, “hanno il terrore delle elezioni tutti coloro che, giustamente, provano vergogna alla sola idea di salire su un palco, di parlare in pubblico, di fare una promessa ai cittadini dopo ignobili giravolte, dopo aver mentito al Popolo italiano, dopo aver utilizzato la politica esclusivamente per interesse personale. Costoro, prima di fare un comizio, dovrebbero chiedere alle loro scorte di sequestrare tutti i pomodori dai mercati rionali oppure dovrebbero parlare di spalle, anche se in molti, guardandogli i deretani riconoscerebbero all’istante i loro volti“.

LEGGI ANCHE: Il M5S non vota, Draghi al Quirinale: alla fine costretto a restare?

Ora, chiude Di Battista “vedremo cosa accadrà. Ad ogni modo se davvero dovesse cadere il Governo dell’assembramento (io non sono così sicuro) sarebbe un’ottima notizia“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-07-14T20:32:42+01:00

Ti potrebbe interessare: