Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

L’Etna torna a farsi sentire, nube alta nove chilometri raggiunge la Calabria

etna
L'Ingv ha registrato la ricaduta di "bombe" di materiale lavico di grandi dimensioni sul fianco meridionale del cratere Bocca Nuova
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – L’Etna è tornato a farsi sentire con una nuova e intensa attività che ha dato vita a una nube eruttiva alta nove chilometri rispetto al livello del mare e che si è dispersa verso nord-est raggiungendo la costa calabrese.

L’Ingv ha registrato la ricaduta di “bombe” di materiale lavico di grandi dimensioni sul fianco meridionale del cratere Bocca Nuova. La fontana di lava dal cratere di Sud-est si è fermata nelle prime ore del pomeriggio. Gli esperti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno segnalato la ricaduta di cenere vulcanica a Taormina.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»