Autostrade, Cancelleri: “Stop alla revoca? Solo se Benetton completamente fuori da Aspi”

Il viceministro alle Infrastrutture e trasporti, Giancarlo Cancelleri: "Questa sera il Consiglio dei ministri sarà chiamato a prendere una decisione politica"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “E’ l’unico modo per avviare la revoca”. Così Giancarlo Cancelleri, viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, (M5S) poco fa a Rai Radio1 all’interno di Radio anch’io condotto da Giorgio Zanchini rispondendo a una domanda sull’ipotesi del commissariamento.

Il commissariamento, prosegue Cancelleri, “avviene attraverso la revoca di Aspi per cui non si perde neanche un posto di lavoro. La società continuerebbe a lavorare attraverso un commissario governativo. Dopodiché si mette al bando la concessione. Poi c’è il tema dei controlli di sicurezza. Noi come M5s stiamo proponendo che Anas subentri solo nella parte di controlli di sicurezza.”

Cancelleri aggiunge: “Io oggi credo che il consiglio dei Ministri sia chiamato a prendere una decisione politica. Gli atti consequenziali arriveranno dopo. Non dico che ci sia la revoca se dovessero arrivare delle proposte all’ultimo minuto da parte di Aspi che vanno nella direzione che è stata più volte indicata dal Premier Conte. Ma questo deve contemplare la fuoriuscita totale dall’azionariato da parte di Benetton.”

Infine ancora sull’eventuale ruolo di Anas: “Io mi fido dello Stato. Lo Stato si deve prendere le sue responsabilità. Se Anas non va bene vuol dire che la dobbiamo migliorare. Ma quella è una responsabilità che dobbiamo prenderci noi.”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»