Autostrade, Di Maio: “Governo lavora per togliere la gestione ai Benetton”

Intanto il cdm che deve discutere la revoca della concessione è slittato alle 22. Salvini: "Se c'è parere legale ok revoca, si è perso anche troppo tempo"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Io posso dire che abbiamo sempre detto che i Benetton non avrebbero ricostruito il nuovo ponte di Genova. E così è stato. Abbiamo sempre detto che bisognava togliere ai Benetton la gestione di autostrade. E questo nuovo governo, oggi, sta lavorando per raggiungere quest’altro obiettivo”. Lo scrive Luigi Di Maio in un post sul blog del M5s.

“È un bene che il presidente Conte stia curando il dossier con tanta attenzione, abbiamo massima fiducia nelle sue parole. Il dolore delle famiglie delle 43 vittime del crollo del ponte Morandi è ben impresso nella mente di ognuno di noi. Ed è impossibile dimenticarselo. Andiamo avanti per loro”, aggiunge il ministro degli Esteri.

Intanto è slittato il consiglio dei ministri dedicato ad Autostrade. Inizialmente prevista per le 11, a quanto si apprende la riunione di governo è stata posticipata alle 22 di questa sera.

SALVINI: OK REVOCA SE C’È PARERE LEGALE

“Se il parere legale lo motiva e lo giustifica, si revochi e finalmente si riparta. Si è già perso troppo tempo a causa dei litigi e delle incertezze del governo, ci sono milioni di italiani in coda ogni giorno, ci sono 15 miliardi di investimenti e manutenzioni fermi. Autostrade, Ilva, Alitalia, gronda di Genova, Mes, riforma della giustizia, taglio delle tasse, riapertura delle scuole: il governo non decide niente e l’Italia è ferma”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

14 Luglio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»