Castelli: “La sicurezza stradale è un valore fondamentale” – VD

La mobilità delle città "è una grande questione democratica, comunitaria", che non può prescindere dalla sicurezza stradale: "Si
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La mobilità delle città “è una grande questione democratica, comunitaria”, che non può prescindere dalla sicurezza stradale: “Si tratta di proteggere e ridurre il consumo del suolo, dell’ambiente, delle vite umane”. Lo dice Guido Castelli, sindaco di Ascoli Piceno, oggi a Roma per partecipare al convegno dell’AnciLa sicurezza stradale in ambito urbano‘ dove è stata presentata la guida ‘Indicazioni per la gestione della sicurezza stradale urbana’.

Intervistato dall’agenzia Dire, Castelli ha spiegato che questa guida “è il lavoro conclusivo di quattro anni che Anci e il ministero dei Trasporti hanno dedicato alla grande questione plurale e democratica che affligge ogni comune: dare indicazioni e assumere decisioni che vadano nel senso di preservare la persona umana da quelli che sono i rischi della strada. Come Anci- ha aggiunto- abbiamo imboccato senza esitazioni una strada precisa, rischiando impopolarità ma individuando nella sicurezza stradale un valore fondamentale“.

Per Castelli questo “non è un tema facile”, perché “sappiamo quanti sono i condizionamenti sulle nostre finanze che spesso ci portano a non poter manutenere il sistema stradale così come sarebbe necessario e giusto, ma proprio in questo momento di crisi abbiamo prodotto un manuale delle buone pratiche per consentire a ogni amministratore un orientamento possibile per scelte che spesso sono impopolari ma che salvaguardano il bene più prezioso: la vita, la persona, il diritto di un pedone di non essere travolto da un pirata della strada. Un sindaco deve fare pure questo”.

Di Antonio Bravetti – Giornalista Professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»