Renzi: “Il terrorismo è il male numero uno del nostro tempo”

"Abbiamo fatto gradi investimenti, ma ora ne serve
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

matteo renzi“Abbiamo fatto gradi investimenti, ma ora ne serve anche uno di natura politica: solo così si combatte il terrorismo, il male numero uno del nostro tempo”. Queste le parole del premier Matteo Renzi, oggi ad Addis Abeba per la Conferenza Onu per il finanziamento allo Sviluppo, che si è aperta ieri e durerà fino al prossimo 16 luglio. Per Renzi, è da qui che occorre aiutare “i governi che combattono il  terrorismo” affinché il problema “sia rimosso alla radice”.

Poi ricorda poi che “il 91% degli immigrati viene da Libia”. Anzi, “partono dalla Libia ma vengono da Eritrea” e altri paesi di quest’area. Ecco perché “c’é bisogno di investire” per far sì che “terrorismo e immigrazione gestiti in modo diverso rispetto al passato”. Vale a dire andare contro la povertà, anche quella culturale, “di cui noi in primis soffriamo”, ma anche attraverso il sostegno alla crescita, “aiutando, contemporaneamente anche le nostre aziende”.

Di Vittorio Di Mambro – Giornalista Professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»