Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Zaia: “Se delinqui in Veneto ti troviamo anche all’estero”

luca zaia
Il governatore è soddisfatto dell'operazione dei Carabinieri di Venezia, che ha portato all'arresto degli otto componenti della banda che nel 2017 tentò di rapinare una gioielleria in piazza San Marco
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

VENEZIA – “Chi pensa di poter delinquere impunemente sa una volta di più che i nostri investigatori non mollano e grazie ai loro rapporti istituzionali a livello internazionale possono raggiungere risultati importanti come questo”. Così il presidente della Regione Veneto Luca Zaia commenta l’operazione dei Carabinieri di Venezia, in collaborazione con la Polizia francese, austriaca, estone e finlandese, che ha portato a individuare e arrestare all’estero otto appartenenti alla banda che nel marzo 2017 tentò una rapina in una importante gioielleria di piazza San Marco, con tanto di azioni diversive con bombe fumogene.

Piazza San Marco è il salotto del Veneto conosciuto nel mondo. L’atto criminoso tentato in un simile luogo voleva probabilmente essere una prova di forza eclatante. Oggi di eclatante c’è il grande lavoro dei Carabinieri insieme ai loro omologhi europei ed il risultato a cui ha portato”, conclude Zaia.

LEGGI ANCHE: Zaia: “Il Veneto ha 444.000 dosi di vaccino, la metà sono su un binario morto”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»